DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 119493 - Ultima modifica: lunedì 19 gennaio 2004 - Revisione: 4.0

Questo articolo è stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I119493

In questa pagina

Sommario

NetBIOS su TCP/IP è il componente di rete che esegue il mapping degli indirizzi dei nomi dei computer al protocollo IP, ossia la risoluzione dei nomi (NETBT.SYS in Windows NT e VNBT.VXD in Windows per Workgroup e Windows 95). Esistono attualmente quattro metodi per eseguire la risoluzione dei nomi NetBIOS su TCP/IP: nodo B, nodo P, nodo M e nodo H.

Informazioni

Nodo B

Utilizzando il nodo B, le trasmissioni vengono impiegate sia per la registrazione sia per la risoluzione del nome. Se un router IP in una rete TCP/IP non è configurato in modo da inoltrare la registrazione del nome e le trasmissioni delle query del nome, i sistemi ubicati in sottoreti diverse non saranno in grado di rilevarsi a vicenda, poiché non ricevono le trasmissioni. La risoluzione dei nomi mediante nodo B non è la soluzione migliore per reti di grandi dimensioni, in quanto le trasmissioni a cui è affidata finirebbero per congestionare la rete.

Nodo B modificato

Il protocollo TCP/IP utilizzato in Microsoft Windows NT impiega una versione modificata della risoluzione dei nomi mediante nodo B. La risoluzione dei nomi mediante nodo B modificata funziona nella maniera seguente:

  • In primo luogo, la workstation controlla la cache LMHOSTS quindi, se trova il nome NetBIOS, restituisce l'indirizzo IP.
  • In seguito viene tentata la trasmissione per risolvere il nome (questo funzionamento è identico a quello della risoluzione dei nomi mediante nodo B) e, se il sistema di destinazione è attivo, ne viene restituito l'indirizzo IP.
  • Infine la workstation (se si tratta di un sistema con Windows NT) controllerà il file LMHOSTS nella directory \<directory_principale_winnt>\system32\drivers\.

Nodo P (o nodo Point to Point)

Quando si utilizza la risoluzione dei nomi mediante nodo P, NON vengono impiegate le trasmissioni per la registrazione o la risoluzione del nome. Tutti i sistemi vengono invece registrati all'avvio in un server dei nomi NetBIOS (NBNS). Il server NBNS è responsabile del mapping dei nomi dei computer agli indirizzi IP e della verifica che nella rete non vengano registrati nomi duplicati. A tutti i sistemi deve essere noto l'indirizzo IP del server NBNS, che è l'equivalente di un server WINS. Se i sistemi non sono configurati con l'indirizzo NBNS corretto, la risoluzione dei nomi tramite nodo P non funziona.

Il metodo di risoluzione dei nomi attraverso il nodo P impiega datagrammi UDP (User Datagram Protocol) e sessioni TCP dirette per la comunicazione dal e al server NBNS.

La principale controindicazione di questo metodo di risoluzione dei nomi consiste nel fatto che, qualora risultasse impossibile accedere al server NBNS, non sarebbe più possibile risolvere i nomi e quindi accedere agli altri sistemi della rete.

Nodo M (o nodo misto)

Il nodo M impiega una combinazione dei metodi del nodo B e del nodo P per la risoluzione dei nomi. Prima utilizza il nodo B, poi il nodo P, il che in teoria migliora le prestazioni della rete locale (LAN). Il nodo M, rispetto al nodo P, offre il vantaggio che, nel caso in cui il server NBNS non fosse disponibile, sarebbe comunque possibile accedere ai sistemi della sottorete locale utilizzando la risoluzione tramite il nodo B.

Il nodo M di solito non costituisce la soluzione migliore per le reti di grandi dimensioni perché si serve comunque del nodo B che produce molte trasmissioni. Se si dispone tuttavia di una grande rete costituita da sottoreti di dimensioni minori connesse da collegamenti WAN (Wide Area Network), il nodo M è il metodo da preferire, poiché riduce la quantità di comunicazioni sui collegamenti lenti.

Nodo H (o nodo ibrido)

Anche la risoluzione dei nomi attraverso il nodo H, che attualmente è ancora in fase di bozza RFC, impiega sia il nodo B sia il nodo P, ma il nodo B viene utilizzato soltanto in ultima analisi. Quando si configura un sistema in maniera da utilizzare il nodo H, in primo luogo verrà sempre eseguito il tentativo di utilizzare il nodo P, per ricorrere al nodo B SOLO se con il nodo P non si ottengono risultati. È altresì possibile configurare un sistema in maniera che venga utilizzato il file LMHOSTS dopo che il nodo P non ha prodotto risultati e prima di utilizzare il nodo B.

Per la risoluzione tramite il nodo H non è necessario che, perché un sistema venga inizializzato, sia stata effettuata correttamente una registrazione al nodo P. Verrà tuttavia utilizzato esclusivamente il nodo B finché la registrazione al nodo P non ha esito positivo. Se il server NBNS non è disponibile e il sistema passa a utilizzare la risoluzione mediante nodo B, i tentativi di contattare il server NBNS continueranno comunque a essere effettuati in maniera che si possa tornare a utilizzare il nodo P se il server NBNS torna disponibile.

Funzionamento di WINS

Quando un sistema è configurato per l'utilizzo di WINS per la risoluzione dei nomi, per impostazione predefinita effettua una registrazione del nome al nodo H. Anche per la risoluzione dei nomi si rifarà al nodo H, ma con qualche differenza. In particolare:

  • Controllerà se si tratta del nome del computer locale.
  • Controllerà nella propria cache di nomi remoti. Tutti i nomi risolti vengono inseriti in una cache in cui restano per 10 minuti.
  • Proverà con il server WINS.
  • Proverà a trasmettere.
  • Controllerà il file LMHOSTS, se è configurato in maniera da utilizzarlo.
  • Proverà con il file HOSTS e quindi con un DNS, se configurato per eseguire questo tentativo.

Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows NT Workstation 3.5
  • Microsoft Windows NT Workstation 3.51
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows NT Server 3.5
  • Microsoft Windows NT Server 3.51
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Standard Edition
  • Microsoft Windows 95
  • Microsoft TCP/IP per Windows per Workgroup 3.11b
  • Microsoft TCP/IP per Windows per Workgroup 3.11
  • Microsoft TCP/IP per Windows per Workgroup 3.11a
Chiavi: 
prodnt KB119493
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store