DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 148954 - Ultima modifica: giovedì 22 febbraio 2007 - Revisione: 2.2

 

In questa pagina

Sommario

Questo articolo vengono descritte le procedure per la preparazione di un processore Intel X 86-- e RISC processore computer che esegue Windows NT Workstation o server una sessione di debug remoto.

Informazioni

-Che cos'È la necessità per il debugger del kernel
-Che cos'È il processo di debug remoto
-Configurazione di un sistema per il debug remoto
Debugger - opzioni
-Modifica del file Boot.ini per i computer Intel x 86
-Modifica opzioni di avvio del firmware per i computer RISC
-Preparazione del modem

Che cos'È la necessità per il debugger del kernel

Il debugger del kernel fornito con Windows NT genererà informazioni sul sistema che in genere non è disponibile senza l'aiuto del debugger. È possibile attivare il debugger del kernel dal menu di avvio di Windows NT. Attivare il debugger del kernel consente al debugger di Windows NT di output di informazioni di debug a un debugger remoto per un utente remoto per l'analisi. Questa operazione viene in genere eseguita su richiesta di un cliente supporto professionale per l'analisi di un errore irreversibile in Windows NT non possono essere diagnosticati il file Memory.dmp o quando un file Memory.dmp non viene prodotto di Microsoft.

Che cos'È il processo di debug remoto

Il processo di debug remoto si verifica quando due computer sono connesse tra loro tramite modem tramite una linea telefonica. Computer di destinazione e il computer host sono in esecuzione i debugger del kernel di Windows NT che comunicano utilizzando un API di debug speciali e Protocol.

Configurazione di un sistema per il debug remoto

La configurazione di un sistema per il debug remoto prevede la modifica delle opzioni di avvio per indicare a Windows per caricare il debugger del kernel. Su una piattaforma Intel x 86 in base questa operazione viene eseguita modificando il file Boot.ini. In un sistema RISC basata (DEC Alpha, MIPS e PPC base processori) ciò comporta la modifica delle opzioni di avvio nel menu del firmware. Sarà inoltre necessario dispone di un modem e, connettersi alla porta COM appropriata sul computer di destinazione e di connettersi una linea telefonica in entrata al modem.

Opzioni del debugger

Sono disponibili diverse opzioni di avvio che possono essere utilizzate nella configurazione del sistema per il debug. Queste opzioni sono la stessa su Intel x 86 e le piattaforme RISC, sebbene quando utilizzato in una piattaforma RISC il non è necessario:

/DEBUG      - When this option is used, the kernel debugger will be loaded
              during boot and kept in memory at all times. This means that
              a support professional can dial into the system being debugged
              and break into the debugger, even when the system is not
              suspended at a Kernel STOP screen.

/DEBUGPORT  - Specifies the serial port to be used by the kernel
              debugger. If no serial port is specified the debugger will
              default to COM2 on Intel x86 based computers and to
              COM1 on RISC computers.

/CRASHDEBUG - This option will cause the kernel debugger to be loaded
              during boot but swapped out to the pagefile after boot.
              As a result, a support professional will not be able to
              break into the debugger unless Windows NT is suspended
              at a Kernel STOP screen.

/BAUDRATE   - Sets the Baud rate that the kernel debugger will use.
              The default baud rate is 19200. A baud of 9600 is the
              normal rate for remote debugging over a modem.
				


Ogni volta che viene utilizzato la porta di debug o velocità in baud, non è necessario utilizzare il DEBUG, come Windows NT si presuppone che si desidera che il computer caricati in modalità DEBUG. Almeno uno dei parametri sopra deve essere utilizzato per configurare un computer per il debug remoto, in caso contrario Windows non caricherà il debugger affatto.

Modifica del file Boot.ini per i computer Intel x 86

Per impostare il computer di destinazione in un computer Intel x 86 in base, è sufficiente modificare il file Boot.ini nella partizione di avvio e aggiungere le opzioni di debugger appropriato. Il file Boot.ini viene modificato tramite un editor di testo ASCII standard. Il file Boot.ini è un file trovato nella directory principale della partizione di sistema (in genere l'unità C) e dispone di nascosto, sistema e gli attributi di sola lettura imposterà. Questi attributi devono essere modificati.

Per modificare gli attributi del File Boot.ini

Per consente di modificare gli attributi del file Boot.ini, attenersi alla seguente procedura è o II:

Procedura I:
  1. Digitare quanto segue al prompt dei comandi:
    attrib -s-h-r c:\boot.ini
  2. Modificare il file Boot.ini.

    Per ripristinare gli attributi sola lettura, nascosto e sistema al termine della modifica del file, digitare quanto segue al prompt dei comandi:
    attrib + h + r + s c:\boot.ini \
Procedura II:
  1. In file Manager scegliere per tipo di file nel menu Visualizza e quindi selezionare la casella Mostra file di System nascosto nella finestra di dialogo tipo di file e scegliere OK.
  2. Nella finestra Gestione file, selezionare il file Boot.ini e quindi scegliere Proprietà dal menu file.
  3. Nella finestra di dialogo Proprietà, deselezionare la casella di attributo di sola lettura, nascosto e sistema e scegliere OK.
  4. Modificare il file Boot.ini utilizzando il blocco note o un altro editor di testo e aggiungere le opzioni di debug, come descritto di seguito.

Configurazione delle opzioni di avvio in the Boot.ini File

Per configurare un computer per il debug è necessario aggiungere una delle opzioni precedenti per il file Boot.ini. In genere, sarà necessario aggiungere /debug e /BAUDRATE, per ridurre la velocità in baud 9600 e mettere il computer in modalità di debug. Si consiglia di utilizzare /DEBUGPORT = COMX se non è possibile utilizzare la porta COM predefinito (COM2) per il debug. Nell'esempio riportato di seguito viene illustrato come aggiungere queste opzioni.

Di seguito è un esempio di un tipico file Boot.ini. Ogni voce nella sezione [operating systems] deve corrispondere alle opzioni elencate nel menu di avvio durante un avvio normale del sistema:

[boot loader]
timeout = 30
predefinito = multi (0) disk (0) rdisk (0) (1) \Windows di partizione
[operating systems]
multi (0) disk (0) rdisk (0) (1) \WINDOWS="Windows NT versione 3.5 di partizione"
multi (0) disk (0) rdisk (0) (1) \WINDOWS="Windows NT versione 3.5 di partizione"
[Modalità VGA] /BASEVIDEO
C:\="MS-DOS"

Per attivare il debugger può utilizzare COM1 e per comunicare a 9600 baud, è necessario aggiungere le seguenti operazioni o vedere l'esempio queste istruzioni dettagliate:
  1. Selezionare l'opzione di avvio che è in genere utilizzare e aggiungere il /debug passare alla fine della riga di.
  2. Per specificare la porta di comunicazione, aggiungere il parametro /DEBUGPORT = COM1.
  3. Per specificare la velocità in baud, aggiungere il parametro /BAUDRATE = 9600.
Il seguente viene illustrato il file Boot.ini precedente dopo che è stato modificato in modo seguendo i passaggi 1-3 (Nota: 6 di riga è il resto della riga 5, che non sulla stessa riga in questo articolo):

[boot loader]
timeout = 30
predefinito = multi (0) disk (0) rdisk (0) (1) \Windows di partizione
[operating systems]
multi (0) disk (0) rdisk (0) (1) \WINDOWS="Windows NT versione 3.5 di partizione"
/debug /debugport = / BaudRate com1 = 9600
multi (0) disk (0) rdisk (0) (1) \WINDOWS="Windows NT versione 3.5 di partizione"
[Modalità VGA] /BASEVIDEO
C:\="MS-DOS"

Modifica opzioni di avvio del firmware per i computer RISC

A differenza dei computer di Intel x 86, utilizzare un file Boot.ini, opzioni di avvio su computer RISC vengono configurate mediante il firmware. I passaggi seguenti consentono di configurare le opzioni avvio su MIPS-, PPC e DEC Alpha. Assicurarsi di eseguire il passaggio 10 per tutti i computer DEC Alpha prima che un professionista del supporto tenti di effettuare chiamate in ingresso e il debug del sistema.
  1. Riavviare il computer. La schermata ARC sistema viene visualizzato il menu principale da cui è possibile selezionare un'azione.
  2. In un MIPS e sistema basato su RISC PPC, scegliere Esegui imposta per visualizzare il menu Setup e quindi scegliere Gestione avvio per visualizzare un menu delle opzioni di avvio.
    In un sistema Digital Alpha AXP RISC, scegliere menu aggiuntivo, set up il sistema e gestione menu selezione per visualizzare un menu delle opzioni di avvio.
  3. Scegliere Modifica una selezione di avvio per visualizzare un elenco dei sistemi operativi installati nel computer.
  4. Scegliere il sistema operativo Windows NT. Se si dispone di più versioni di Windows NT installato, selezionare quello che si desidera eseguire il debug. Per modificare le impostazioni correnti delle variabili di ambiente utilizzate per avviare il computer basato su RISC viene visualizzata una schermata di due parti. La variabile di ambiente che controlla o meno basato su RISC avvio del computer in modalità di debug è la variabile OSLOADOPTIONS.
  5. Per modificare il valore per la variabile OSLOADOPTIONS, è necessario utilizzare i tasti di direzione per selezionarlo da un elenco di variabili. Una volta selezionata, vengono inclusi la casella nome nella parte superiore dello schermo.
  6. Premere INVIO per visualizzare la finestra di valore.
  7. Digitare le opzioni che si desidera aggiungere nella casella valore, separati da spazi e premere INVIO per salvarle. Ad esempio, se si desidera attivare la modalità DEBUG, quindi impostare la porta COM per COM2, si digitare quanto segue:
    porta di debug di debug OSLOADOPTIONS = com2
    Se non si specifica la porta di debug, la porta di debug predefinita viene impostata su COM1.

    Poiché i computer basati su RISC è consentita solo una velocità in baud predefinita di 19200, non occorre specificare la velocità in baud.
  8. Premere ESC per interrompere la modifica.
  9. In base al tipo di computer che si dispone, eseguire una delle seguenti operazioni:

    -In un MIPS o sistema basato su RISC PPC, scegliere Return per menu principale e quindi Esci per tornare alla finestra sistema ARC.

    - oppure -

    -In un sistema di Digital Alpha AXP RISC, scegliere l'opzione menu aggiuntivo, salvare le modifiche e quindi scegliere menu di avvio per tornare alla schermata ARC sistema.
  10. Se questa è la prima volta eseguire il debug questo sistema che è necessario eseguire ulteriori passaggi di configurazione. Per queste operazioni, consultare il Windows Resource kit di aggiornamento di versione 3.51 o di aggiornamento 2, Appendice a.
  11. Riavviare il computer per l'esecuzione in Windows NT.

Preparazione del modem

Per connettersi al debugger remoto è necessario collegare un modem esterno con funzionalità di risposta automatica per la porta desiderata. La maggior parte dei modem dispone di questa funzionalità, ma in genere è disattivato. Il modem deve essere impostato a 9600 baud. Per una connessione corretta, il debugger del kernel richiede che la compressione hardware anche come controllo di rilevamento e il flusso di errore sia disattivato. Assicurarsi che il modem funziona correttamente prima di procedere ulteriormente. Nella maggior parte dei casi sarà necessario configurare il modem, connessione a una riserva porta COM sul computer di destinazione o un altro computer, utilizzare TERMINAL.EXE o altri programmi di comunicazione per l'invio di configurazione le stringhe per il modem, quindi verso il modem al computer di destinazione e la porta COM senza spegnere il modem. Si tratta di motivo per cui un modem interno non funzionerà, come riavviare il sistema verrà ripristinato in genere le modifiche apportate alle impostazioni del modem.

Per configurare il modem:

Nota : È possibile eseguire tutte queste operazioni sul computer di destinazione, utilizzando la porta COM che si desidera configurare come porta di debug fornito eseguire in uscita prima di configurare il debugger del sistema di destinazione.
  1. Collegare un modem con funzionalità di risposta automatica per una porta COM disponibile nel computer di destinazione o in un altro computer.

    Nota: Accertarsi che è possibile spostare il modem la porta COM di destinazione senza rimuovere l'alimentazione dal modem.
  2. Eseguire Terminal.exe o un altro programma di comunicazioni e configurarlo per scrivere il modem.
  3. Consente di impostare il modem a 9600 baud. Consultare la documentazione del modem il modo corretto eseguire questa operazione.
  4. Consente di disattivare tutti compressione hardware, il controllo di flusso e rilevamento degli errori. Per la maggior parte dei modem 3Com e US Robotics, digitare i seguenti comandi per preparare il modem per la sessione di debug. Se si utilizza un modem da un altro produttore, consultare la documentazione del modem per le stringhe corrette alla fine del modem.

    AT&F    Set Back to Factory Defaults
    AT&H0   Disable Transmit Data Flow Control
    AT&I0   Disable Receive Data Flow Control
    AT&K0   Disable Data Compression
    AT&M0   Disable Error Control
    ATS0=1  Auto Answer On
    AT&D0   Disable Reset Modem on Loss of DTR
    AT&W    Write to NVRAM
    						
  5. Abilitare la risposta automatica del modem. Questo è in genere possibile inviando la stringa ATS0 = 1 ("0" è il numero 0, non la lettera O). Tuttavia, consultare la documentazione del modem per effettuare questa verifica.
  6. Senza rimuovere l'alimentazione dal modem, spostarla alla porta COM corretta nel sistema di destinazione.

Lettura aggiuntiva

Per ulteriori informazioni, vedere:

-Il Resource Kit di Windows NT.

-Il Microsoft Driver Development Kit.


Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Professional Edition
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
  • Microsoft Windows NT Workstation 3.5
  • Microsoft Windows NT Workstation 3.51
  • Microsoft Windows NT Workstation 4.0 Developer Edition
  • Microsoft Windows NT Server 3.5
  • Microsoft Windows NT Server 3.51
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Standard Edition
Chiavi: 
kbmt KB148954 KbMtit
Traduzione automatica articoliTraduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 148954  (http://support.microsoft.com/kb/148954/en-us/ )
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store