DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 216498 - Ultima modifica: venerdì 14 maggio 2010 - Revisione: 11.0

Questo articolo è stato precedentemente pubblicato con il codice di riferimento I216498

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto come rimuovere i dati in Active Directory dopo un abbassamento di livello non riuscito del controller di dominio.

Avviso Se si utilizza lo snap-in ADSI Edit, l'utilità LDP o qualsiasi altro client LDAP versione 3 e si modificano in modo errato gli attributi degli oggetti di Active Directory, potrebbero insorgere gravi problemi che possono richiedere la reinstallazione di Microsoft Windows 2000 Server, Microsoft Windows Server 2003, Microsoft Exchange 2000 Server, Microsoft Exchange Server 2003 o Windows ed Exchange. Microsoft non garantisce che i problemi derivanti dall'errata modifica degli attributi di oggetti di Active Directory possano essere risolti. La modifica di tali attributi è a rischio e pericolo dell'utente.

L'installazione guidata di Active Directory (Dcpromo.exe) viene utilizzata per alzare di livello un server a controller di dominio e per abbassare di livello un controller di dominio a server membro oppure a server autonomo in un gruppo di lavoro se il controller di dominio è l'ultimo del dominio. Nell'ambito del processo di abbassamento di livello, l'installazione guidata consente di rimuovere da Active Directory i dati di configurazione relativi al controller di dominio. Questi dati assumono la forma di un oggetto Impostazioni NTDS, presente come figlio dell'oggetto server in Siti e servizi di Active Directory.

Le informazioni sono memorizzate nella seguente posizione in Active Directory:
CN=NTDS Settings,CN=<servername>,CN=Servers,CN=<sitename>,CN=Sites,CN=Configuration,DC=<domain>...
Gli attributi dell'oggetto Impostazioni NTDS includono i dati che rappresentano la modalità di identificazione del controller di dominio in relazione ai partner di replica, i contesti dei nomi mantenuti nel computer, l'eventualità che il controller di dominio sia un server di catalogo globale e i criteri query predefiniti. L'oggetto Impostazioni NTDS è inoltre un contenitore nel quale possono essere inclusi oggetti figlio che rappresentano i partner di replica diretti del controller di dominio. Questi dati sono richiesti per il funzionamento del controller di dominio nell'ambiente, ma vengono rimossi dopo l'abbassamento di livello.

Se l'oggetto Impostazioni NTDS non viene rimosso correttamente, ad esempio a seguito di un tentativo di abbassamento di livello; l'amministratore potrà rimuovere manualmente i metadati per l'oggetto server. In Windows Server 2008 e Windows Server 2008 R2, l'amministratore può rimuovere i metadati per l'oggetto server rimuovendo l'oggetto server nello snap-in Utenti e computer di Active Directory.

In Windows Server 2003 e Windows 2000 Server, l'amministratore può servirsi dell'utilità Ntdsutil.exe per rimuovere manualmente l'oggetto Impostazioni NTDS. Di seguito è illustrata la procedura per rimuovere l'oggetto Impostazioni NTDS da Active Directory per un determinato controller di dominio. In ogni menu Ntdsutil, l'amministratore può digitare guida per ulteriori informazioni sulle opzioni disponibili.

Windows Server 2003 Service Pack 1 (SP1) o service pack successivi – Versione avanzata di Ntdsutil.exe

La versione di Ntdsutil.exe inclusa nel Service Pack 1 o nei service pack successivi per Windows Server 2003 è stata migliorata per completare il processo di pulizia dei metadati. La versione di Ntdsutil.exe inclusa in SP1 o service pack successivi effettua la seguente procedura durante l'esecuzione della pulizia dei metadati:
  • Rimuove l'oggetto Impostazioni NTDS o NTDSA.
  • Rimuove gli oggetti connessione AD in ingresso utilizzati dai controller di dominio di destinazione per eseguire la replica dal controller di dominio di origine in fase di eliminazione.
  • Rimuove l'account del computer.
  • Rimuove l'oggetto membro FRS.
  • Rimuove l'oggetto sottoscrittore FRS.
  • Tenta di assegnare ruoli master di operazioni singole flessibili, anche noti come FSMO (flexible single master operations), gestiti dal controller di dominio in fase di eliminazione.
Attenzione Prima di rimuovere manualmente l'oggetto Impostazioni NTDS per qualsiasi server, l'amministratore dovrà inoltre verificare che dopo l'abbassamento di livello sia stata eseguita l'operazione di replica. L'uso improprio dell'utilità Ntdsutil può causare la perdita parziale o totale delle funzionalità di Active Directory.

Procedura 1: Solo Windows Server 2003 SP1 e service pack successivi

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, Accessori e infine Prompt dei comandi.
  2. Al prompt dei comandi digitare ntdsutil e premere INVIO.
  3. Digitare metadata cleanup e premere INVIO. A seconda delle opzioni fornite, l'amministratore potrà procedere alla rimozione, tuttavia prima di completare l'operazione sarà necessario specificare ulteriori parametri di configurazione.
  4. Digitare connections e premere INVIO. Questo menu viene utilizzato per stabilire la connessione al server specifico sul quale vengono eseguite le modifiche. Se l'utente attualmente connesso non dispone di privilegi amministrativi, prima di stabilire la connessione è possibile fornire credenziali alternative specificando quali si desidera utilizzare. A tale scopo, digitare set creds NomeDominioNomeUtentePassword, quindi premere INVIO. Se non si desidera immettere una password, digitare null come parametro per la password.
  5. Digitare connect to server nomeserver e premere INVIO. Verrà visualizzato un messaggio per confermare che la connessione è stata stabilita. Se si verifica un errore, assicurarsi che il controller di dominio utilizzato durante la connessione sia disponibile e che le credenziali fornite dispongano di privilegi amministrativi sul server.

    Nota Se si tenta la connessione allo stesso server che si desidera rimuovere, quando si prova a eliminare il server specificato nel passaggio 15, è possibile che venga visualizzato un messaggio di errore simile al seguente:
    Errore 2094. Impossibile eliminare l'oggetto DSA0x2094
  6. Digitare quit, quindi premere INVIO. Verrà visualizzato il menu Pulizia dei metadati.
  7. Digitare select operation target e premere INVIO.
  8. Digitare list domains e premere INVIO. Verrà visualizzato un elenco dei domini nell'insieme di strutture, ognuno con un numero associato.
  9. Digitare select domainnumero quindi premere INVIO, dove numero è il numero associato al dominio di cui è membro il server che si desidera rimuovere. Il dominio selezionato viene utilizzato per determinare se il server in fase di rimozione è l'ultimo controller di dominio presente nel dominio.
  10. Digitare list sites e premere INVIO. Verrà visualizzato un elenco di siti, ognuno con un numero associato.
  11. Digitare select site numero quindi premere INVIO, dove il numero è il numero associato al dominio di cui è membro il server che si desidera rimuovere. Verrà visualizzato un messaggio di conferma con l'indicazione del sito e del dominio scelti.
  12. Digitare list servers in site e premere INVIO. Verrà visualizzato un elenco dei server nel sito, ognuno con un numero associato.
  13. Digitare select server numero, dove numero è il numero associato al server che si desidera rimuovere. Verrà visualizzato un messaggio di conferma con l'indicazione del server selezionato, il relativo nome host DNS (Domain Name Server) e il percorso dell'account computer del server che si desidera rimuovere.
  14. Digitare quit e premere INVIO. Verrà visualizzato il menu Pulizia dei metadati.
  15. Digitare remove selected server e premere INVIO. Verrà visualizzato un messaggio per confermare che la rimozione è stata completata. Se viene visualizzato il seguente messaggio di errore, è possibile che l'oggetto Impostazioni NTDS sia già stato rimosso da Active Directory a seguito di un'operazione di rimozione eseguita da un altro amministratore o della replica della rimozione dell'oggetto tramite l'utilità DCPROMO.
    Errore 8419 (0x20E3)
    Impossibile trovare l'oggetto DSA.


    Nota Questo messaggio di errore potrebbe essere visualizzato anche quando si tenta di eseguire il binding al controller di dominio che verrà rimosso. Il binding deve essere eseguito tra Ntdsutil e un controller di dominio diverso da quello che si sta per rimuovere con la pulizia dei metadati.
  16. Digitare quit e premere INVIO in ognuno dei menu per uscire all'utilità Ntdsutil. Verrà visualizzato un messaggio per confermare che la connessione è stata terminata.
  17. Rimuovere il record cname nell'area _msdcs.dominio principale dell'insieme di strutture in DNS. Presupponendo che il controller di dominio verrà reinstallato e alzato nuovamente di livello, viene creato un nuovo oggetto Impostazioni NTDS con un nuovo GUID (Globally Unique Identifier) e un record cname corrispondente in DNS. Non è opportuno utilizzare il vecchio record cname per i controller di dominio esistenti.

    La soluzione migliore è quella di eliminare il nome host e altri record DNS. Se viene superata la durata del lease rimanente per l'indirizzo DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) assegnato al server non in linea, un altro client potrà ottenere l'indirizzo IP del controller di dominio sul quale si è verificato il problema.
  18. Nella console DNS, utilizzare DNS MMC per eliminare il record A in DNS. Il record A record è noto anche come record dell'host. Per eliminare il record A, fare clic con il pulsante destro del mouse su record A, quindi fare clic su Elimina. Inoltre, eliminare il record cname nel contenitore_msdcs. A tale scopo, espandere il contenitore _msdcs, fare clic con il pulsante desto del mouse su cname, quindi su Elimina.

    Importante Se si tratta di un server DNS, rimuovere il riferimento a questo controller di dominio nella scheda Server dei nomi. A tale scopo, nella console DNS, fare clic sul nome del dominio in Zone di ricerca diretta, quindi rimuover il server dalla scheda Server dei nomi.

    Nota Se si dispone delle zone di ricerca diretta, è necessario rimuovere il server anche da queste zone.
  19. Se il computer eliminato era l'ultimo controller di dominio in un dominio figlio ed è stato eliminato anche quest'ultimo, utilizzare ADSIEdit per eliminare l'oggetto trustDomain dal dominio figlio. A questo scopo, attenersi alla seguente procedura:
    1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare adsiedit.msc, quindi scegliere OK
    2. Espandere il contenitore Domain NC.
    3. Espandere DC=dominio dell'utente, DC=COM, PRI, LOCAL, NET.
    4. Espandere CN=System.
    5. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'oggetto Dominio attendibile, quindi scegliere Elimina.
  20. Utilizzare Siti e servizi di Active Directory per rimuovere il controller di dominio. A questo scopo, attenersi alla seguente procedura:
    1. Avviare Siti e servizi di Active Directory
    2. Espandere Siti.
    3. Espandere il sito del server. Il sito predefinito è Nome-predefinito-primo-sito.
    4. Espandere Server.
    5. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul controller di dominio, quindi scegliere Elimina.
  21. Quando si utilizza la replica DFS in Windows Server 2008 e nelle versioni successive, la versione corrente di Ntdsutil.exe non esegue l'eliminazione dell'oggetto di replica DFS. In questo caso, è possibile utilizzare Adsiedit.msc per correggere manualmente l'oggetto di replica DFS per Servizi di dominio Active Directory. A questo scopo, attenersi alla procedura riportata di seguito:
    1. Accedere al controller di dominio del dominio in questione come amministratore.
    2. Avviare Adsiedit.msc.
    3. Connettersi al contesto dei nomi predefinito.
    4. Individuare il seguente contenitore Topology di Replica DFS :
      CN=Topology,CN=Domain System Volume,CN=DFSR-Globalsettings,CN=System,DC=Your Domain,DC=Domain Suffix
    5. Eliminare l'oggetto CN msDFSR-Member con il vecchio nome di computer.

Procedura 2: Windows 2000 (tutte le versioni), Windows Server 2003 RTM

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, Accessori e infine Prompt dei comandi.
  2. Al prompt dei comandi digitare ntdsutil e premere INVIO.
  3. Digitare metadata cleanup e premere INVIO. A seconda delle opzioni fornite, l'amministratore potrà procedere alla rimozione, tuttavia prima di completare l'operazione sarà necessario specificare ulteriori parametri di configurazione.
  4. Digitare connections e premere INVIO. Questo menu viene utilizzato per stabilire la connessione al server specifico sul quale vengono eseguite le modifiche. Se l'utente attualmente connesso non dispone di privilegi amministrativi, prima di stabilire la connessione è possibile fornire credenziali alternative specificando quelle che si desidera utilizzare. A tale scopo, digitare set creds NomeDominioNomeUtentePassword, quindi premere INVIO. Se non si desidera immettere una password, digitare null come parametro per la password.
  5. Digitare connect to server nomeserver e premere INVIO. Verrà visualizzato un messaggio per confermare che la connessione è stata stabilita. Se si verifica un errore, assicurarsi che il controller di dominio utilizzato durante la connessione sia disponibile e che le credenziali fornite dispongano di privilegi amministrativi sul server.

    Nota Se si stabilisce la connessione allo stesso server che si desidera rimuovere, quando si tenta di procedere all'eliminazione del server specificato nel passaggio 15, è possibile che venga visualizzato un messaggio di errore simile al seguente:
    Errore 2094. Impossibile eliminare l'oggetto DSA0x2094
  6. Digitare quit, quindi premere INVIO. Verrà visualizzato il menu Pulizia dei metadati.
  7. Digitare select operation target e premere INVIO.
  8. Digitare list domains e premere INVIO. Verrà visualizzato un elenco dei domini nell'insieme di strutture, ognuno con un numero associato.
  9. Digitare select domainnumero quindi premere INVIO, dove numero è il numero associato al dominio di cui è membro il server che si desidera rimuovere. Il dominio selezionato viene utilizzato per determinare se il server in fase di rimozione è l'ultimo controller di dominio presente nel dominio.
  10. Digitare list sites e premere INVIO. Verrà visualizzato un elenco di siti, ognuno con un numero associato.
  11. Digitare select site numero quindi premere INVIO, dove il numero è il numero associato al dominio di cui è membro il server che si desidera rimuovere. Verrà visualizzato un messaggio di conferma con l'indicazione del sito e del dominio scelti.
  12. Digitare list servers in site e premere INVIO. Verrà visualizzato un elenco dei server nel sito, ognuno con un numero associato.
  13. Digitare select server numero, dove numero è il numero associato al server che si desidera rimuovere. Verrà visualizzato un messaggio di conferma con l'indicazione del server selezionato, il relativo nome host DNS (Domain Name Server) e il percorso dell'account computer del server che si desidera rimuovere.
  14. Digitare quit e premere INVIO. Verrà visualizzato il menu Pulizia dei metadati.
  15. Digitare remove selected server e premere INVIO. Verrà visualizzato un messaggio per confermare che la rimozione è stata completata. Se viene visualizzato un messaggio di errore analogo al seguente:
    Errore 8419 (0x20E3)
    Impossibile trovare l'oggetto DSA.
    È possibile che l'oggetto Impostazioni NTDS sia già stato rimosso da Active Directory a seguito di un'operazione di rimozione eseguita da un altro amministratore o della replica della rimozione dell'oggetto tramite l'utilità DCPROMO.

    Nota Questo messaggio di errore potrebbe essere visualizzato anche quando si tenta di eseguire il binding al controller di dominio che verrà rimosso. Il binding deve essere eseguito tra Ntdsutil e un controller di dominio diverso da quello che si sta per rimuovere con la pulizia dei metadati.
  16. Digitare quit in ognuno dei menu per uscire dall'utilità Ntdsutil. Verrà visualizzato un messaggio per confermare che la connessione è stata terminata.
  17. Rimuovere il record cname nell'area _msdcs.dominio principale dell'insieme di strutture in DNS. Presupponendo che il controller di dominio verrà reinstallato e alzato nuovamente di livello, viene creato un nuovo oggetto Impostazioni NTDS con un nuovo GUID (Globally Unique Identifier) e un record cname corrispondente in DNS. Non è opportuno utilizzare il vecchio record cname per i controller di dominio esistenti.

    La soluzione migliore è quella di eliminare il nomehost e altri record di DNS. Se viene superata la durata del lease rimanente per l'indirizzo DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) assegnato al server non in linea, un altro client potrà ottenere l'indirizzo IP del controller di dominio sul quale si è verificato il problema.
Una volta eliminato l'oggetto Impostazioni NTDS, è possibile eliminare l'account del computer, l'oggetto membro FRS, il record cname (o Alias) nel contenitore _msdcs, il record A (o Host) in DNS, l'oggetto trustDomain per ogni dominio figlio eliminato e il controller di dominio.

Nota Non è necessario rimuovere manualmente l'oggetto membro FRS in Windows Server 2003 RTM poiché l'utilità Ntdsutil.exe è già stata rimossa dall'oggetto membro durante l'esecuzione dell'utilità. Inoltre, non è possibile rimuovere i metadati dell'account del computer se l'account del computer del controller di dominio contiene un altro oggetto foglia. Ad esempio, sul controller di dominio potrebbe essere installato Servizi di installazione remota.

L'utilità Adsiedit è inclusa nella funzionalità Windows Support Tools sia in Windows 2000 Server che Windows Server 2003. Per installare Windows Support Tools, attenersi alla seguente procedura:
  • Windows 2000 Server: Sul CD di Windows 2000 Server, aprire la cartella Support\Tools, fare doppio clic su Setup.exe e seguire le istruzioni visualizzate.
  • Windows Server 2003: Sul CD Windows Server 2003, aprire la cartella the Support\Tools, fare doppio clic su Suptools.msi, su Install, e seguire la procedura guidata di Windows Support Tools Setup Wizard per completare l'installazione.
  1. Utilizzare ADSIEdit per eliminare l'account del computer. A questo scopo, attenersi alla procedura riportata di seguito:
    1. Fare clic su Start, quindi su Esegui, digitare adsiedit.msc nella casella Apri, quindi fare clic su OK.
    2. Espandere il contenitore Contesto dei nomi di dominio.
    3. Espandere DC=nome del dominio dell'utente, DC=COM, PRI, LOCAL, NET.
    4. Espandere OU=Domain Controllers.
    5. Fare clic con il pulsante destro del mouse su CN=nome del controller di dominio, quindi fare clic su Elimina.
    Se, quando si tenta di eliminare l'oggetto, viene visualizzato il seguente messaggio di errore "Impossibile cancellare l'oggetto DSA", modificare il valore di UserAccountControl. Per modificare il valore di UserAccountControl, fare clic con il pulsante destro del mouse su ADSIEdit, quindi su Proprietà. In Selezionare una proprietà da visualizzare, fare clic su UserAccountControl. Fare clic su Cancella, modificare il valore in 4096, quindi fare clic su Imposta. È ora possibile eliminare l'oggetto.

    Nota L'oggetto sottoscrittore FRS viene eliminato quando si elimina l'oggetto Computer, in quanto figlio dell'account computer.
  2. Utilizzare ADSIEdit per eliminare l'oggetto membro FRS. A questo scopo, attenersi alla procedura riportata di seguito:
    1. Fare clic su Start, quindi su Esegui, digitare adsiedit.msc nella casella Apri, quindi fare clic su OK.
    2. Espandere il contenitore Contesto dei nomi di dominio.
    3. Espandere DC=dominio dell'utente, DC=COM, PRI, LOCAL, NET.
    4. Espandere CN=System.
    5. Espandere CN=File Replication Service.
    6. Expandere CN=Domain System Volume (SYSVOL share).
    7. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul controller di dominio che si desidera rimuovere, quindi scegliere Elimina.
  3. Nella console DNS, utilizzare DNS MMC per eliminare il record A in DNS. Il record A record è noto anche come record dell'host. Per eliminare il record A, fare clic con il pulsante destro del mouse sul record A, quindi fare clic su Elimina. Eliminare, inoltre, il record cname (noto anche come Alias) nel contenitore _msdcs. A tale scopo, espandere il contenitore _msdcs, fare clic con il pulsante destro del mouse su cname, quindi fare clic su Elimina.

    Importante Se si tratta di un server DNS, rimuovere il riferimento a questo controller di dominio nella scheda Server dei nomi. A tale scopo, nella console DNS, fare clic con il pulsante destro del mouse su Zone di ricerca diretta, su Proprietà, quindi rimuovere il server dalla scheda Server dei nomi.

    Nota Se si dispone delle zone di ricerca diretta, è necessario rimuovere il server anche da queste zone.
  4. Se il computer eliminato era l'ultimo controller di dominio in un dominio figlio ed è stato eliminato anche quest'ultimo, utilizzare ADSIEdit per eliminare l'oggetto trustDomain dal dominio figlio. A questo scopo, attenersi alla procedura riportata di seguito:
    1. Fare clic su Start, quindi su Esegui, digitare adsiedit.msc nella casella Apri, quindi fare clic su OK.
    2. Espandere il contenitore Contesto dei nomi di dominio.
    3. Espandere DC=dominio dell'utente, DC=COM, PRI, LOCAL, NET.
    4. Espandere CN=System.
    5. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'oggetto Dominio attendibile, quindi scegliere Elimina.
  5. Utilizzare Siti e servizi di Active Directory per rimuovere il controller di dominio. A questo scopo, attenersi alla procedura riportata di seguito:
    1. Avviare Siti e servizi di Active Directory
    2. Espandere Siti.
    3. Espandere il sito del server. Il sito predefinito è Nome-predefinito-primo-sito..
    4. Espandere Server.
    5. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul controller di dominio, quindi scegliere Elimina.

Sintassi opzionale avanzata con SP1 o versioni successive di Ntdsutil.exe

Windows Server 2003 SP1 ha introdotto una nuova sintassi. Se si utilizza questa nuova sintassi, non è più necessario eseguire il binding a DS e selezionare la destinazione dell'operazione. Per utilizzare la nuova sintassi, è necessario conoscere o disporre del DN dell'oggetto Impostazioni NTDS del server in fase di abbassamento di livello. Per utilizzare la nuova sintassi per la pulizia dei metadati, attenersi alla procedura riportata di seguito:
  1. Eseguire ntdsutil.
  2. Passare al prompt di pulizia dei metadati.
  3. Eseguire il seguente comando
    remove selected server <DN dell'oggetto server nel contenitore di configurazione>
    Di seguito è riportato un esempio di questo comando.

    Nota Il seguente comando è composto da una sola riga, ma è stato riprodotto su due righe.
    Remove selected server cn=servername,cn=servers,cn=sitename,cn=sites,cn=configuration,dc=<forest_root_domain>
  4. Rimuovere il record cname nell'area ._msdcsdominio principale dell'insieme di strutture in DNS. Presupponendo che il controller di dominio verrà reinstallato e alzato nuovamente di livello, viene creato un nuovo oggetto Impostazioni NTDS con un nuovo GUID (Globally Unique Identifier) e un record cname corrispondente in DNS. Non è opportuno utilizzare il vecchio record cname per i controller di dominio esistenti.

    La soluzione migliore è quella di eliminare il nome host e altri record DNS. Se viene superata la durata del lease rimanente per l'indirizzo DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) assegnato al server non in linea, un altro client potrà ottenere l'indirizzo IP del controller di dominio sul quale si è verificato il problema.
  5. Se il computer eliminato era l'ultimo controller di dominio in un dominio figlio ed è stato eliminato anche quest'ultimo, utilizzare ADSIEdit per eliminare l'oggetto trustDomain dal dominio figlio. A questo scopo, attenersi alla procedura riportata di seguito:
    1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare adsiedit.msc, quindi scegliere OK.
    2. Espandere il contenitore Contesto dei nomi di dominio.
    3. Espandere DC=nome del dominio dell'utente, DC=COM, PRI, LOCAL, NET.
    4. Espandere CN=System.
    5. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'oggetto Dominio attendibile, quindi scegliere Elimina.
  6. Utilizzare Siti e servizi di Active Directory per rimuovere il controller di dominio. A questo scopo, attenersi alla procedura riportata di seguito:
    1. Avviare Siti e servizi di Active Directory
    2. Espandere Siti.
    3. Espandere il sito del server. Il sito predefinito è Nome-predefinito-primo-sito..
    4. Espandere Server.
    5. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul controller di dominio, quindi scegliere Elimina.

Informazioni

Per ulteriori informazioni su come abbassare di livello un controller di dominio di Windows 2003 o Windows 2000, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
332199  (http://support.microsoft.com/kb/332199/ ) Mancato abbassamento di livello dei controller di dominio quando si utilizza l'Installazione guidata di Active Directory per forzare l'abbassamento di livello in Windows Server 2003 e in Windows 2000 Server

Determinare il DN del server

Ci sono diversi modi per ottenere il DN dell'oggetto server che si desidera rimuovere. Nell'esempio seguente viene utilizzato Ldp.exe. Per ottenere il DN tramite Ldp.exe, attenersi alla procedura riportata di seguito:
  1. Eseguire LDP.
  2. Eseguire il binding di rootDSE.
  3. Selezionare View\tree. Il DN di base deve essere cn=configuration,dc=rootdomain,dc=<suffix>.
  4. Espandere Siti.
  5. Espandere il sito in cui si trova l'oggetto server.
  6. Espandere Server.
  7. Espandere il server che si desidera rimuovere.
  8. Cercare una riga, sul lato destro, che inizia con DN.
  9. Copiare la riga escludendo DN.

    Elemento di cattura di esempio della prima parte di LDP rifiutata:

    Expanding base 'CN=DC1,CN=Servers,CN=Default-First-Site-Name,CN=Sites,CN=Configuration,DC=corp,DC=com'... Result <0>: (null) Matched DNs: Getting 1 entries: >>>> Dn: CN=DC1,CN=Servers,CN=Default-First-Site-Name,CN=Sites,CN=Configuration,DC=corp,DC=com”
    
    Copiare la seguente riga 
    
    "CN=DC1,CN=Servers,CN=Default-First-Site-Name,CN=Sites,CN=Configuration,DC=corp,DC=com"
Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
887424  (http://support.microsoft.com/kb/887424/ ) Quando si utilizza Ntdsutil per tentare di rimuovere i metadati dal controller di dominio rimosso dalla rete in Windows Server 2003 viene visualizzato il seguente messaggio di errore: "DsRemoveDsDomainW error 0x2015"

Riferimenti

Per ulteriori informazioni su come utilizzare uno script per rimuovere i metadati di Active Directory di un controller di dominio, visitare il seguente sito Web Microsoft TechNet (informazioni in lingua inglese):
http://gallery.technet.microsoft.com/ScriptCenter/it-IT/d31f091f-2642-4ede-9f97-0e1cc4d577f3?persist=True (http://gallery.technet.microsoft.com/ScriptCenter/it-IT/d31f091f-2642-4ede-9f97-0e1cc4d577f3?persist=True)

Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows 2000 Datacenter Server
  • Microsoft Windows Server 2003, Standard Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Enterprise Edition (32-bit x86)
  • Microsoft Windows Server 2003, Datacenter Edition (32-bit x86)
  • Windows Server 2008 Standard
  • Windows Server 2008 Enterprise
  • Windows Server 2008 Datacenter
  • Windows Server 2008 Datacenter without Hyper-V
  • Windows Server 2008 Enterprise without Hyper-V
  • Windows Server 2008 for Itanium-Based Systems
  • Windows Server 2008 Foundation
  • Windows Server 2008 R2 Datacenter
  • Windows Server 2008 R2 Enterprise
  • Windows Server 2008 R2 Standard
  • Windows Web Server 2008 R2
Chiavi: 
kbenv kbhowtomaster KB216498
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store