DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 225087 - Ultima modifica: lunedì 15 maggio 2006 - Revisione: 3.1

IMPORTANTE: in questo articolo vengono fornite informazioni su come modificare il Registro di sistema. Prima di modificare il Registro di sistema, eseguire una copia di backup e assicurarsi di sapere come ripristinarlo in caso di problemi. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup, ripristinare e modificare il Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
256986  (http://support.microsoft.com/kb/256986/ ) Descrizione del Registro di sistema di Microsoft Windows

In questa pagina

Sommario

Questo articolo è stato redatto come guida per la creazione di file in formato ADM personalizzati da utilizzare con l'Editor dei criteri di sistema. L'interfaccia dell'Editor dei criteri di sistema, con tutti i libri, le caselle di controllo e le caselle di testo visualizzati quando si apre un computer o un utente di Criteri di gruppo, viene creata con un modello. Il modello di Criteri di gruppo, o file ADM, è un semplice programma mediante il quale vengono fornite informazioni all'Editor dei criteri di sistema sui libri, sulle caselle di controllo e sugli altri controlli che dovranno essere presentati all'amministratore.

Per ulteriori informazioni sulla creazione di un file in formato ADM per Criteri di gruppo, vedere il white paper relativo all'implementazione di Criteri di gruppo basati sul Registro di sistema sul seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
http://www.microsoft.com/technet/prodtechnol/windows2000serv/howto/default.mspx (http://www.microsoft.com/technet/prodtechnol/windows2000serv/howto/default.mspx)

Informazioni

Modelli per specificare la modifica nel Registro di sistema

Nell'installazione di Windows NT sono inclusi due modelli predefiniti: Common.adm e Winnt.adm. In questi file vengono utilizzate le variabili Class, Keyname e Valuename per consentire la manipolazione di specifiche attività relative ai criteri di Windows NT sui computer che eseguono Windows NT. Di seguito viene fornita una descrizione di queste variabili e del modo in cui possono essere utilizzate per creare file di criteri personalizzati.
  • CLASS (Machine o User)

    La parola chiave Machine o User viene utilizzata nel modo seguente:

    • La parola chiave Machine consente di controllare le voci nell'hive HKEY_LOCAL_MACHINE.
    • La parola chiave User consente di controllare le voci nell'hive HKEY_CURRENT_USER.
    CLASS (Machine o User): la variabile CLASS consente di specificare la chiave del Registro di sistema dell'handle in cui viene implementato il criterio. Sono presenti due chiavi di handle che è possibile modificare mediante l'Editor dei criteri di sistema: LOCAL_MACHINE e CURRENT_USER. CLASS MACHINE consente di specificare una modifica del criterio LOCAL_MACHINE, mentre CLASS USER consente di specificare una modifica del criterio CURRENT_USER.

    Quando si apre il file Winnt.adm, la voce CLASS MACHINE viene visualizzata all'inizio. Ogni criterio successivo viene implementato in HKEY_LOCAL_MACHINE e visualizzato come criterio del computer nell'interfaccia dell'Editor dei criteri di sistema. Sotto la voce CLASS MACHINE nel file Winnt.adm è visualizzato il comando CLASS USER. Da questo punto in avanti tutti i criteri vengono implementati in HKEY_CURRENT_USER e visualizzati come criterio utente o di gruppo nell'interfaccia dell'Editor dei criteri di sistema.

  • KEYNAME

    • Percorso rimanente per modificare un valore del Registro di sistema
    KEYNAME: la variabile KEYNAME consente di specificare il percorso rimanente della posizione in cui viene aggiunto o modificato il valore del Registro di sistema. Ad esempio:
    CATEGORY !!Login_Policies
    POLICY !!LogonBanner

    KEYNAME "Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon"
    PART !!LogonBanner_Caption
    EDITTEXT
    VALUENAME "LegalNoticeCaption"
    MAXLEN 255
    DEFAULT !!LogonBanner_DefCaption
    END PART
    PART !!LogonBanner_Text
    EDITTEXT
    VALUENAME "LegalNoticeText"
    MAXLEN 255
    DEFAULT !!LogonBanner_DefText
    END PART
    END POLICY
    Il percorso di questa modifica nel Registro di sistema corrisponde all'hive HKEY_LOCAL_MACHINE secondo quanto specificato dalla variabile CLASS. Il percorso della chiave, Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon, viene specificato dalla variabile KEYNAME.
  • VALUENAME

    • La parola chiave Value viene creata o modificata nel Registro di sistema.

      • REG_SZ (predefinito)
      • NUMERIC = modifica dati DWORD o BINARY
    VALUENAME: la variabile VALUENAME consente di specificare i valori delle chiavi del Registro di sistema aggiunte o modificate. Nell'esempio precedente il criterio relativo al messaggio di accesso (LogonBanner) richiede due modifiche del Registro di sistema. Sia il valore LegalNoticeCaption che il valore LegalNoticeText vengono aggiunti o modificati nell'esempio precedente.

    Per impostazione predefinita, il tipo di valore di stringa è REG_SZ. È possibile eseguire l'override di questa impostazione aggiungendo la parola chiave NUMERIC. Tutti i valori numerici vengono digitati in un modello dei criteri in formato decimale. Il valore viene quindi memorizzato nel Registro di sistema in formato BINARY e DWORD.

    Tenere presente che i dati memorizzati in tali valori vengono determinati dall'amministratore e da ciò che viene digitato nelle caselle di testo nell'Editor dei criteri di sistema.

Conversione di una modifica del Registro di sistema in parole chiave di ADM

L'aspetto più impegnativo potrebbe essere l'individuazione di una modifica del Registro di sistema utile ai fini della distribuzione. Ad esempio, si consideri la seguente modifica che consente di spostare la cartella di spool della stampante. Prima di puntare lo spool a una nuova cartella, è necessario creare la cartella. Sarà quindi possibile apportare la seguente modifica al Registro di sistema:

AVVISO: l'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema può causare seri problemi che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non è in grado di garantire la risoluzione di problemi causati dall'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema. L'utilizzo dell'editor del Registro di sistema è a rischio e pericolo dell'utente.


  1. Avviare l'editor del Registro di sistema (Regedt32.exe).
  2. Individuare il valore DefaultSpoolDirectory nella seguente chiave del Registro di sistema:
       HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Control\Print\Printers
    						
    NOTA: la chiave del Registro di sistema sopra riportata è un percorso unico, che qui è stato suddiviso su due righe per ragioni di leggibilità.
  3. Scegliere Stringa dal menu Modifica, digitare X:\Nomepercorso (ad esempio, D:\Stampa), quindi scegliere OK.
  4. Chiudere l'editor del Registro di sistema.
Questa modifica al Registro di sistema deve essere convertita in un formato di modello, in modo che HKEY diventi CLASS (Machine o User), Key diventi KEYNAME e Value diventi VALUENAME (seguito da NUMERIC se il tipo è BINARY o DWORD).

Creazione di un file in formato ADM

I file ADM possono essere creati con qualsiasi editor di testo.

Creare un file in base alla sintassi con struttura a blocchi del linguaggio dei modelli adm:
  • Virgolette per racchiudere termini con spazi
  • Strutture a blocchi con un inizio e una fine
  • Salvataggio con estensione di file adm (non txt)
Per creare un modello di file in formato ADM:
  1. Avviare il Blocco note o un qualsiasi editor di testo per creare il modello.
  2. Creare un file con estensione ADM seguendo le regole sopra descritte. Ad esempio:
    CLASS MACHINE
    CATEGORY "How To Test"
    POLICY "Change Spool Directory"
    KEYNAME "System\CurrentControlSet\Control\Print\Printers"
    PART "Spool Directory"
    EDITTEXT
    VALUENAME "DefaultSpoolDirectory"
    END PART
    END POLICY
    END CATEGORY
La spaziatura è indifferente. Se un nome contiene uno spazio, racchiudere il nome tra virgolette. È buona norma racchiudere tutte le etichette, i nomi di chiavi e i nomi di valori tra virgolette. Salvare il file con estensione ADM.

Caricare il modello nell'Editor dei criteri di sistema

  1. Avviare lo strumento Editor dei criteri di sistema. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Programmi, Strumenti di amministrazione e infine Editor dei criteri di sistema. Verrà visualizzata una finestra vuota. Se vengono visualizzate icone, scegliere Chiudi dal menu File. È necessario chiudere il programma in quanto non è possibile caricare un altro file con estensione ADM mentre sono aperti file dei criteri (o il Registro di sistema) a scopo di modifica o di visualizzazione.
  2. Scegliere Modello criteri dal menu Opzioni per visualizzare la finestra Opzioni modelli dei criteri. I due file con estensione ADM descritti in precedenza sono già caricati.
  3. Scegliere Aggiungi, spostarsi nel percorso del file da caricare, selezionare il file, fare clic su Apri, quindi scegliere OK.
  4. Scegliere Nuovo criterio dal menu File per visualizzare la finestra dell'Editor dei criteri di sistema.
  5. Fare doppio clic su Computer predefinito, in quando il file ADM utilizza la variabile e la parola chiave CLASS MACHINE relativa all'hive del Registro di sistema HKEY_LOCAL_MACHINE.
Verrà visualizzata la voce How To Test creata precedentemente. È possibile impostare questa voce con un criterio di sistema che avrà effetto su qualsiasi computer scelto.

Riferimenti

Termini e abbreviazioni

Editor dei criteri di sistema (SPE, System Policy Editor): lo strumento necessario per caricare il file con estensione pol e applicare i file con estensione adm.

File ADM: i modelli utilizzati per modificare le impostazioni del Registro di sistema correnti.

!!Strings: le variabili di testo contenute nel file con estensione adm.

CATEGORY: i "Libri" dei raggruppamenti di criteri.

POLICY: utilizzato per creare la voce casella di controllo necessaria per modificare i valori del Registro di sistema.

PART: utilizzata per il controllo di input del criterio richiesto.

Il file Winnt.adm consente di creare l'interfaccia utilizzata nell'esempio precedente. Nell'elenco seguente vengono descritte le parole chiave per la creazione dell'interfaccia.

!!STRINGS: molte righe iniziano con "!!". I caratteri "!!" denotano una variabile di stringa e sono seguiti dal nome della variabile, !!nomestringa. Le stringe vengono definite nella parte inferiore del modello dei criteri. Se si scorre il file fino alla fine, si noterà una sezione analoga alla seguente:

[strings]
System = Windows NT System
Login_Policies = Logon
LogonBanner_DefText = Testo creato dall'utente
La variabile !!SYSTEM nel corpo del modello viene mappata al sistema Windows NT visibile nell'interfaccia. La disponibilità di una sezione di stringhe consente di sostituire le descrizioni in modo semplice. Questo aspetto è particolarmente utile quando si traducono i file in altre lingue. In alternativa, potrebbe essere semplicemente utile integrare il testo nel corpo del modello.

CATEGORY: consente di definire un raggruppamento di criteri analoghi. La parola chiave CATEGORY consente di creare un libro che è possibile espandere e comprimere nell'interfaccia di SPE, inoltre è possibile nidificare CATEGORY all'interno di altre CATEGORY. CATEGORY viene utilizzata esclusivamente ai fini organizzativi ed è possibile creare molte o poche categorie secondo le esigenze.

POLICY: questa parola chiave consente di creare la voce casella di controllo che, se viene selezionata, crea un'istruzione per una modifica del Registro di sistema. Se la casella di controllo è deselezionata, crea un'istruzione per una diversa modifica del Registro di sistema (di solito un'eliminazione). Se la casella di controllo non è disponibile, non crea un'istruzione nel file dei criteri.

PARTs: alcune modifiche del Registro di sistema vengono effettuate mediante l'implementazione o l'annullamento di un criterio. Altre modifiche del Registro di sistema risultano più complesse. Ad esempio, per creare un messaggio di accesso (il criterio), l'amministratore deve indicare la parte da inserire nella barra del titolo della finestra e la parte da inserire nel corpo della finestra. Queste ulteriori informazioni vengono raccolte dalla variabile PARTs.

PART: consente di creare un controllo di input nella parte inferiore della finestra di dialogo del criterio. In questo modo è possibile creare un'ampia varietà di finestre di controllo.

CATEGORY, POLICY e PART consentono di creare il backbone dell'interfaccia di SPE. Ognuno di questi elementi è un contenitore. CATEGORY può contenere categorie e criteri. POLICIES può contenere parti. Trattandosi di un linguaggio di programmazione strutturato, quando si inizia una struttura o un contenitore è necessario terminarlo.

END - END CATEGORY, END POLICY e END PART: un comando END è obbligatorio per designare la fine di ognuna delle rispettive strutture. Non è necessario denominare la categoria che si sta terminando, in quanto viene determinata in base al livello di nidificazione. La definizione dell'inizio e della fine di ciascun contenitore consente di ottenere le strutture nidificate corrette.

Tipi di PARTs: sono disponibili numerosi tipi di PARTs che consentono di progettare criteri di sistema in modo creativo. Ad esempio, la didascalia e il testo del messaggio di accesso sono entrambi caselle di testo. Il controllo di input viene creato con la parola chiave EDITTEXT, che a sua volta viene modificata con le parole chiave facoltative MAXLEN (per designare la lunghezza massima di input) e DEFAULT (per creare dati consigliati predefiniti per l'input dell'amministratore). L'interfaccia di SPE viene quindi creata con CATEGORIES, POLICIES, e PARTS. Le preferenze dell'amministratore vengono indicate mediante l'implementazione o l'annullamento di criteri e, a volte, mediante la digitazione di informazioni nei controlli di input definiti PARTs.

Le informazioni in questo articolo si applicano a
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Terminal Server
  • Microsoft Windows 2000 Server
  • Microsoft Windows 2000 Advanced Server
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Standard Edition
  • Microsoft Windows NT Server 4.0 Enterprise Edition
Chiavi: 
kbinfo KB225087
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store