DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 2603913 - Ultima modifica: giovedì 2 agosto 2012 - Revisione: 5.0

 

Informazioni

Panoramica di configurazione

Il servizio di sistema Centro gestione configurazione è responsabile del calcolo della configurazione di ogni servizio sanitario nel gruppo di gestione di Operations Manager. La configurazione di un servizio sanitario è costituito da regole, monitor, rilevamenti e attività del servizio sanitario e per tutte le istanze che monitora il servizio sanitario.

Per calcolare tutte le configurazioni necessarie per ogni servizio sanitario, il servizio di Gestione configurazione deve avere un elenco degli elementi seguenti:
  • Tutte le istanze di tutte le classi monitorate
  • Le relazioni di hosting tra istanze
  • Le regole, monitor, rilevamenti e altri flussi di lavoro assegnati alle classi monitorate
  • I servizi sanitari sono responsabili del monitoraggio le istanze
Inoltre, il servizio di Gestione configurazione deve essere in grado di leggere l'appartenenza di tutti i gruppi di istanza nel gruppo di gestione. Il servizio di Gestione configurazione è necessario applicare anche eventuali override per le regole e i monitor sono destinati a questi gruppi, classi o istanze singole.

Gli oggetti in un gruppo di gestione verranno definiti come istanze di classi monitorate basate su dati di individuazione dell'invio, i flussi di lavoro di individuazione. Se viene modificata una proprietà chiave di un oggetto, tale oggetto può essere aggiunto come una nuova istanza di una classe monitorata. In caso contrario, tale oggetto non è più considerato un'istanza di tale classe.

Come l'elenco viene modificato per le classi che l'oggetto è un membro, la configurazione viene modificata anche per il servizio sanitario che controlla tale oggetto. Queste modifiche vengono apportate come regole, monitor, scoperte, le attività e gli override vengono aggiunti o rimossi dalla configurazione precedente.

Varianza di configurazione

Agenti potrebbero essere Impossibile ricevere una configurazione stabile nei seguenti scenari:
  • Una grande quantità di dati di rilevamento viene inviata al servizio di Gestione configurazione.
  • Invio dei dati di rilevamento troppo veloce per il servizio di Gestione configurazione per l'elaborazione prima dell'invio più dati di individuazione. In questo scenario si verifica perché i dati saranno sempre in fase di calcolo.
L'invio dei dati di rilevamento, noto anche come "varianza della configurazione", frequente può causare alcuni servizi sanitari eseguiti con configurazioni precedenti o provocare la configurazione dei server di gestione per diventare obsoleti. Questo comportamento, quindi cause alcuni health services venga visualizzato in grigio in Operations console (non disponibile).

Invio dei dati di individuazione da un servizio sanitario durante l'esecuzione di un flusso di lavoro di rilevamento. Introduzione di un nuovo Management Pack per un gruppo di gestione può causare numerosi flussi di lavoro di rilevamento per l'esecuzione di ogni agente. E come vengono scoperte nuove istanze, scoperte aggiuntive possono essere eseguiti su alcuni agenti. Modifiche ai gruppi, override e altri flussi di lavoro possono causare flussi di lavoro di rilevamento per l'esecuzione di agenti. E introduzione di nuovi agenti può causare anche il servizio di Gestione configurazione aggiornare lo spazio di istanza utilizzando la configurazione dell'agente.

Il servizio di gestione della configurazione è costretto a ricalcolare la configurazione del servizio sanitario spesso negli scenari seguenti:
  • Un flusso di lavoro di rilevamento è configurato per l'esecuzione troppo frequente.
  • Le proprietà che vengono rilevate dal flusso di lavoro cambiano ogni volta che viene eseguito il flusso di lavoro di rilevamento.
Se si verificano questi scenari per molti agenti o i server di gestione sono già un carico di lavoro, il servizio di gestione della configurazione potrebbe essere impossibile tenere il passo con la velocità di cambiamento e può verificarsi la varianza di configurazione.

Identificazione di varianza di configurazione utilizzando il registro eventi di MS

Un evento analogo al seguente nel registro eventi di Operations Manager sul Server di gestione indica che la configurazione del gruppo di gestione è state cambiate a nuovi dati di individuazione.

Nome registro: Operations Manager
Origine: Connettore di OpsMgr
ID evento: 21024
Livello: informazioni
Computer: <MS name=""></MS>
Descrizione:
Configurazione di OpsMgr potrebbe non essere aggiornato per gruppo di gestione <ManagementGroupName></ManagementGroupName>e ha richiesto la configurazione aggiornata dal servizio di configurazione. Il cookie di stato current(out-of-date) è "3A B0 1E 81 5C F3 F5 12 56 B7 8A EF F8 01 09 86 55 06 48 BA"


Un evento analogo al seguente indica che il servizio di Gestione configurazione ha completato l'elaborazione di nuovi dati di individuazione e calcolata le modifiche necessarie alla configurazione del gruppo di gestione, sulla base dei nuovi dati.

Nome registro: Operations Manager
Origine: Connettore di OpsMgr
ID evento: 21025
Livello: informazioni
Computer: <MS name=""></MS>
Descrizione:
OpsMgr ha ricevuto la nuova configurazione per il gruppo di gestione <ManagementGroupName>del servizio di configurazione. Il nuovo cookie di stato è "34 cespiti 11 61 4D B8 03 59 B7 66 1D 3D 83 F3 C0 AA 7A 6F 1A 3B"</ManagementGroupName>


In un ambiente tipico, ogni 21024 deve essere seguita da un 21025. Se i dati di rilevamento non determini qualsiasi modifica dei dati di configurazione, l'ID evento sarà 21026. In un gruppo di gestione di grandi dimensioni, coppie di eventi 21024 e 21025 o 21026 dovrebbero essere previsto verificarsi più volte all'ora. Stringhe di 21024 eventi senza un corrispondente 21025 o 21026 l'evento è un segno di varianza di configurazione. Inoltre, nel registro eventi può indicare che è stato rilevato il seguente evento che indica che varianza.

Nome registro: Operations Manager
Origine: Servizio di configurazione di OpsMgr
ID evento: 29202
Livello: avviso
Computer: <MS name=""></MS>
Descrizione:
Servizio di configurazione di OpsMgr non è in grado di recuperare uno stato coerente dal database di OpsMgr a seguito di modifiche del database troppo frequenti.
Probabilmente un aumento normale e temporaneo dei dati di rilevamento. Tuttavia, controllare le modifiche più recenti per determinare se tale aumento è imprevisto.
Modifica oggetto di monitoraggio più recente:
Istanza = %1
Classe = %2
Modifica = %3
Modifica più recente relazione di monitoraggio:
Istanza di relazione = 4
Istanza di origine = %5
Istanza di destinazione = %6
RelationshipClass = %7
Modifica = %8

Quando il livello di accesso ai dati di query per le modifiche, è necessario che il livello di accesso ai dati lettura più tabelle. Se una delle tabelle viene modificata dopo la lettura, ma prima di tutte le tabelle sono stati letti, il livello di accesso ai dati registra l'ID evento precedente 29202 e riprova. Se un'istanza di entità o relazione è stata letta durante questo periodo, informazioni su queste istanze sono incluse nei campi di eventi. In caso contrario, questi campi vengono lasciati vuoti.

Identificazione di potenziali cause di varianza configurazione tramite il data warehouse Operations Manager

Nei gruppi di gestione in cui è stato installato il componente di Operations Manager Reporting più query SQL possono essere utilizzate per identificare i flussi di lavoro che l'invio di modifiche frequenti. Queste query devono essere eseguite in SQL Management Studio contro l'istanza di data warehouse.

Totale modifiche presentate da flussi di lavoro di rilevamento nelle ultime 24 ore:
select ManagedEntityTypeSystemName, DiscoverySystemName, count(*) As 'Changes' from (select distinct    MP.ManagementPackSystemName,    MET.ManagedEntityTypeSystemName,    PropertySystemName,    D.DiscoverySystemName,    D.DiscoveryDefaultName,    MET1.ManagedEntityTypeSystemName As 'TargetTypeSystemName',     MET1.ManagedEntityTypeDefaultName 'TargetTypeDefaultName',    ME.Path,    ME.Name, 
   C.OldValue,    C.NewValue,    C.ChangeDateTime  from dbo.vManagedEntityPropertyChange C  inner join dbo.vManagedEntity ME on ME.ManagedEntityRowId=C.ManagedEntityRowId  inner join dbo.vManagedEntityTypeProperty METP on METP.PropertyGuid=C.PropertyGuid  inner join dbo.vManagedEntityType MET on MET.ManagedEntityTypeRowId=ME.ManagedEntityTypeRowId  inner join dbo.vManagementPack MP on MP.ManagementPackRowId=MET.ManagementPackRowId  inner join dbo.vManagementPackVersion MPV on MPV.ManagementPackRowId=MP.ManagementPackRowId  left join dbo.vDiscoveryManagementPackVersion DMP on DMP.ManagementPackVersionRowId=MPV.ManagementPackVersionRowId  AND CAST(DefinitionXml.query('data(/Discovery/DiscoveryTypes/DiscoveryClass/@TypeID)') AS nvarchar(max)) like '%'+MET.ManagedEntityTypeSystemName+'%'  left join dbo.vManagedEntityType MET1 on MET1.ManagedEntityTypeRowId=DMP.TargetManagedEntityTypeRowId  left join dbo.vDiscovery D on D.DiscoveryRowId=DMP.DiscoveryRowId  where ChangeDateTime > dateadd(hh,-24,getutcdate())  ) As #T group by ManagedEntityTypeSystemName, DiscoverySystemName order by count(*) DESC
Questa query vengono create tre colonne. La prima colonna è la classe dell'oggetto a cui è destinato il flusso di lavoro. La seconda colonna indica il nome interno del flusso di lavoro di rilevamento. La terza colonna indica il numero totale di modifiche alle proprietà per tutte le istanze di questa classe sono state presentate dal flusso di lavoro nelle ultime 24 ore. Il numero totale di modifiche per tutte le classi, rappresenta il numero di volte che il servizio di gestione della configurazione deve ricalcolare la configurazione di un servizio di salute dell'agente.

Il numero di modifiche per alcune classi di oggetti, anche in un ambiente stabile, non può mai raggiungere il valore zero. Qualsiasi modifica, ad esempio aggiungendo o rimuovendo una proprietà, gli agenti che sono ruoli del server di aggiunte o rimosse, aggiunte o modificati e così via, vengono riflesse nei numeri restituiti. Negli ambienti in cui configurazione si verifica varianza del, uno o più flussi di lavoro indicherà probabilmente un valore significativamente maggiore rispetto a altri flussi di lavoro.

Proprietà modificate nelle ultime 24 ore:
select distinct   MP.ManagementPackSystemName,   MET.ManagedEntityTypeSystemName,   PropertySystemName,   D.DiscoverySystemName,   D.DiscoveryDefaultName,   MET1.ManagedEntityTypeSystemName As 'TargetTypeSystemName',   MET1.ManagedEntityTypeDefaultName 'TargetTypeDefaultName',   ME.Path,   ME.Name,   C.OldValue,   C.NewValue,   C.ChangeDateTime from dbo.vManagedEntityPropertyChange C inner join dbo.vManagedEntity ME on ME.ManagedEntityRowId=C.ManagedEntityRowId inner join dbo.vManagedEntityTypeProperty METP on METP.PropertyGuid=C.PropertyGuid inner join dbo.vManagedEntityType MET on MET.ManagedEntityTypeRowId=ME.ManagedEntityTypeRowId inner join dbo.vManagementPack MP on MP.ManagementPackRowId=MET.ManagementPackRowId inner join dbo.vManagementPackVersion MPV on MPV.ManagementPackRowId=MP.ManagementPackRowId left join dbo.vDiscoveryManagementPackVersion DMP on DMP.ManagementPackVersionRowId=MPV.ManagementPackVersionRowId     AND CAST(DefinitionXml.query('data(/Discovery/DiscoveryTypes/DiscoveryClass/@TypeID)') AS nvarchar(max)) like '%'+MET.ManagedEntityTypeSystemName+'%' left join dbo.vManagedEntityType MET1 on MET1.ManagedEntityTypeRowId=DMP.TargetManagedEntityTypeRowId left join dbo.vDiscovery D on D.DiscoveryRowId=DMP.DiscoveryRowId where ChangeDateTime > dateadd(hh,-24,getutcdate()) ORDER BY MP.ManagementPackSystemName, MET.ManagedEntityTypeSystemName
Questa query consente di identificare quali proprietà sono state modificate nelle ultime 24 ore. In combinazione con la query precedente, questa query può mostrare quali sono i valori vecchi e nuovi per la proprietà, quali agenti inviato la modifica, comprimere il flusso di lavoro che ha effettuato il rilevamento e la gestione in cui è contenuto.

Come ridurre la varianza di configurazione

Pacchetti di gestione meno recenti introdotti i flussi di lavoro di individuazione che ha inviato le modifiche alle proprietà troppo di frequente. La versione corrente della maggior parte dei management pack sono state modificate questi flussi di lavoro di individuazione di inviare i dati meno frequentemente o i management pack non interrogare proprietà volatile che cambiano di frequente. Si consiglia di eseguire l'aggiornamento management pack che contengono flussi di lavoro che si verificano frequentemente nella query precedente. Le nuove versioni del management pack possono essere scaricate dal catalogo dei management pack:
http://systemcenter.pinpoint.microsoft.com/en-us/Applications/Search/Operations-Manager-D11?q (http://systemcenter.pinpoint.microsoft.com/en-US/applications/search/operations-manager-d11?q)

Se non è disponibile una nuova versione del management pack o la nuova versione non può essere distribuita a questo punto, l'intervallo di rilevamento può essere regolato tramite override minore frequenza di esecuzione. In alcuni casi, il rilevamento è responsabile della varianza di configurazione può essere disabilitato completamente da override. Se il rilevamento è disabilitato per alcune settimane, gli oggetti che vengono rilevati dal flusso di lavoro potrebbero essere stati puliti dal database. Tuttavia, la disattivazione del rilevamento possono fornire una soluzione a breve termine per eliminare la varianza di configurazione, come è possibile implementare una soluzione permanente prima di tutti gli oggetti sono puliti dal database. Il flusso di lavoro può essere attivato anche per brevi intervalli rilevare nuovamente gli oggetti prima che essi sono puliti.

Alcuni flussi di lavoro in questi management pack precedenti sono descritti nel seguente blog:
http://blogs.technet.com/b/kevinholman/Archive/2009/10/05/What-is-config-churn.aspx (http://blogs.technet.com/b/kevinholman/archive/2009/10/05/what-is-config-churn.aspx)
Se il flusso di lavoro da un rilevamento personalizzato che si avvale di una proprietà volatile, come spazio libero su disco, il rilevamento dovrà essere riscritti in modo che destinazione non una proprietà che cambia di frequente. I flussi di lavoro di rilevamento non devono indirizzare le varianti che hanno una durata breve (diverse settimane o meno). I flussi di lavoro di rilevamento non raccogliere le proprietà di quelle istanze che cambiano di frequente (una o più volte al mese). I dati volatili non sono considerati nel calcolo di una configurazione. Pertanto, i dati volatili devono essere raccolti da regole delle prestazioni e non da flussi di lavoro di rilevamento.

Ottimizzazione delle prestazioni aggiuntive

Nei gruppi di gestione di grandi dimensioni (maggiori di 1.000 agenti) RMS può diventare molto impegnato in operazioni che in genere non causano problemi in piccoli gruppi di gestione. In questa situazione, tasso di piccolo modifiche di proprietà potrebbe causare frequente varianza causata dalla lunghezza del tempo necessario per elaborare le modifiche. Numerose modifiche di configurazione consente di ridurre il carico operativo di RMS e consentono di elaborare una velocità tipica di modifiche alle proprietà abbastanza rapidamente per evitare la varianza di configurazione. Queste modifiche alla configurazione sono descritte nel seguente blog:
http://blogs.technet.com/b/mgoedtel/Archive/2010/08/24/Performance-optimizations-for-Operations-Manager-2007-R2.aspx (http://blogs.technet.com/b/mgoedtel/archive/2010/08/24/performance-optimizations-for-operations-manager-2007-r2.aspx)

Imporre la modifica della configurazione del gruppo di gestione

Se la configurazione della varianza per il gruppo di gestione si verifica costantemente, eventuali modifiche per ridurre la frequenza dei flussi di lavoro problema o disattivare i flussi di lavoro problema mai verranno propagate agli agenti. In questo caso, il flusso di dati di rilevamento in ingresso deve essere bloccato per consentire al servizio di gestione della configurazione di System Center calcolare una configurazione corrente in cui il flusso di lavoro che produce i dati è disattivata o viene eseguito con frequenza minore.

Individuazione dati vengono inviati al database OperationsManager tramite System Center dati Access Service (DAS). Innanzitutto, i dati vengono inviati per la DAS dal servizio di gestione di System Center su RMS. RMS Ottiene i dati da agenti o da altri server di gestione. È possibile utilizzare Windows firewall o altre reti di alcuni mezzi bloccare le connessioni in entrata sulla porta 5723 RMS. Questa procedura di blocco impedisce che i dati di rilevamento viene inviato al database OperationsManager tempo sufficiente per il servizio di gestione della configurazione per calcolare la configurazione corrente per gli agenti che l'invio di dati.

Il servizio di gestione di System Center e System Center Data Access Service in RMS non deve essere arrestato o disattivato mentre il servizio di gestione della configurazione in corso la configurazione corrente. Il servizio di gestione della configurazione di sistema Centro richiede le seguenti operazioni per completare il calcolo della configurazione del gruppo di gestione:
  • Il servizio di gestione di System Center su RMS deve essere in esecuzione e integro.
  • Il servizio di accesso di sistema centro dati deve essere in grado di comunicare con il database.
Inoltre, alcuni dati potrebbero backlog degli agenti e su altri server di gestione mentre il servizio di gestione della configurazione in corso la configurazione corrente. Pertanto, l'esclusione di firewall o porta deve esere appena RMS è visualizzato l'ID evento 21025 nel registro eventi di Operations Manager. Questo evento indica che il servizio di gestione della configurazione ha calcolato la nuova configurazione del gruppo di gestione in cui il flusso di lavoro è ora disabilitato o modificato

Identificazione di potenziali cause di varianza di configurazione utilizzando reporting di Operations Manager

Sono stati introdotti nuovi rapporti con la versione 6.1.7599.0 del Management Pack di Operations Manager 2007 R2. Questi rapporti consentono di comprendere il volume complessivo dei dati che elabora il gruppo di gestione. Questi report possono essere utilizzati per stabilire una base standard e per identificare le opportunità per ottimizzare i workflow di rilevamento di oggetto. Appena varianza configurazione viene identificato e risolto, questi report possono essere utilizzati per la pianificazione a lungo termine per impedire eventuali ricorrenze di varianza.

Per scaricare il management pack, visitare il seguente sito Web Microsoft:
http://www.microsoft.com/download/en/Details.aspx?displaylang=en&ID=23081 (http://www.microsoft.com/download/en/details.aspx?displaylang=en&id=23081)
 
  • Volume di dati dal report di Management Pack

    Il Volume di dati dal report di Management Pack consente di compilare informazioni sul volume di dati che generano i management pack. Il rapporto elenca il numero di occorrenze per ogni management pack per i tipi di dati seguenti:
    • Rilevamenti
    • Avvisi
    • Prestazioni (numero di istanze che vengono presentate per i contatori delle prestazioni e che vengono raccolti da management pack)
    • Eventi
    • Modifiche dello stato
  • Volume di dati dal report di Workflow e istanza

    Il Volume di dati dal flusso di lavoro e istanza report compila le informazioni sul volume di dati che viene generati, organizzati per i flussi di lavoro (scoperte, regole, monitor e così via) e per le istanze.

    Esistono due modi per accedere a questo report:
    • Nel Volume di dati dal report di Management Pack, fare clic su una delle celle della tabella nella parte superiore del report per aprire il Volume di dati, report di Workflow e di istanza per i management pack conteggi.
    • Eseguire il report direttamente dalla sezione Reporting nella console operatore. Se si esegue direttamente il Volume di dati dal report di Workflow e di istanza, è necessario impostare i parametri del report per personalizzare i risultati. Questo report fornisce dettagli per le informazioni del volume di dati dal report di Management Pack. Pertanto, le impostazioni predefinite dei parametri non possono fornire le informazioni che si siano cercando.

Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft System Center Operations Manager 2007 R2
  • Microsoft System Center Operations Manager 2007
  • Microsoft System Center Operations Manager 2012
  • Microsoft System Center Operations Manager 2007 Service Pack 1
Chiavi: 
kbtshoot kbmt KB2603913 KbMtit
Traduzione automatica articoliTraduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 2603913  (http://support.microsoft.com/kb/2603913/en-us/ )
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store