DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 262499 - Ultima modifica: giovedì 22 febbraio 2007 - Revisione: 4.3

 

Sommario

La stored procedure sp_executesql stored procedure di sistema è utilizzata per eseguire un'istruzione T-SQL, che può essere riutilizzata più volte, o per eseguire un'istruzione T-SQL, creata in modo dinamico. Impiegato parametri come input in modo per elaborare le istruzioni T-SQL o di un batch. Consente inoltre di parametri di output per specificare in modo che qualsiasi output generato dalle istruzioni T-SQL, possono essere memorizzate (anche se questo non è documentato nella documentazione in linea di SQL Server).

Due scenari in cui i parametri di output risulterà utili con sp_executesql sono:
  • Se sp_executesql genera output che risulteranno utili, memorizzare l'output per un parametro di output consente il batch di chiamata utilizzare il parametro per le query successive.
  • Se sp_executesql è in esecuzione una stored procedure che viene definita mediante i parametri di output, è possono utilizzare i parametri di output per stored procedure sp_executesql per contenere gli output generati dalla stored procedure.

Informazioni

Due esempi che seguono viene illustrato l'utilizzo di parametri di output con sp_executesql .

esempio 1
DECLARE @SQLString NVARCHAR(500)
DECLARE @ParmDefinition NVARCHAR(500)
DECLARE @IntVariable INT
DECLARE @Lastlname varchar(30)
SET @SQLString = N'SELECT @LastlnameOUT = max(lname)
                   FROM pubs.dbo.employee WHERE job_lvl = @level'
SET @ParmDefinition = N'@level tinyint,
                        @LastlnameOUT varchar(30) OUTPUT'
SET @IntVariable = 35
EXECUTE sp_executesql
@SQLString,
@ParmDefinition,
@level = @IntVariable,
@LastlnameOUT=@Lastlname OUTPUT
SELECT @Lastlname
				
ad esempio
CREATE PROCEDURE Myproc
    @parm varchar(10),
    @parm1OUT varchar(30) OUTPUT,
    @parm2OUT varchar(30) OUTPUT
    AS
      SELECT @parm1OUT='parm 1' + @parm
     SELECT @parm2OUT='parm 2' + @parm
GO
DECLARE @SQLString NVARCHAR(500)
DECLARE @ParmDefinition NVARCHAR(500)
DECLARE @parmIN VARCHAR(10)
DECLARE @parmRET1 VARCHAR(30)
DECLARE @parmRET2 VARCHAR(30)
SET @parmIN=' returned'
SET @SQLString=N'EXEC Myproc @parm,
                             @parm1OUT OUTPUT, @parm2OUT OUTPUT'
SET @ParmDefinition=N'@parm varchar(10),
                      @parm1OUT varchar(30) OUTPUT,
                      @parm2OUT varchar(30) OUTPUT'

EXECUTE sp_executesql
    @SQLString,
    @ParmDefinition,
    @parm=@parmIN,
    @parm1OUT=@parmRET1 OUTPUT,@parm2OUT=@parmRET2 OUTPUT

SELECT @parmRET1 AS "parameter 1", @parmRET2 AS "parameter 2"
go
drop procedure Myproc
				
per ulteriori informazioni, vedere "sp_executesql (T-SQL)" e "Using sp_executesql" nella documentazione in linea di SQL Server. Per ulteriori informazioni, vedere "Using sp_executesql" nella documentazione in linea di SQL Server e "sp_executesql (T-SQL) nella documentazione in linea di SQL Server 7.0" o "sp_executesql" nella documentazione in linea di SQL Server 2000.

Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SQL Server 7.0 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 2000 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Developer Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Enterprise Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Express Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Workgroup Edition
Chiavi: 
kbmt kbinfo KB262499 KbMtit
Traduzione automatica articoliTraduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 262499  (http://support.microsoft.com/kb/262499/en-us/ )
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store