DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 298879 - Ultima modifica: venerdì 23 marzo 2012 - Revisione: 1.0

 

Sintomi

Per impostazione predefinita, DSAccess o MSExchangeADAccess sceglie l'emulatore primary domain controller (PDC) computer con ruolo master operazioni per gestire le richieste di Microsoft Exchange. Questa azione potrebbe causare una riduzione delle prestazioni se altri programmi non di Exchange siano effettuando un utilizzo intensivo di emulatore PDC.

Risoluzione

Per risolvere questo problema, utilizzare uno dei metodi descritti di seguito, a seconda della situazione.

Metodo 1: Microsoft Exchange 2000 Server e versioni successive

Per risolvere questo problema in Exchange Server 2000 e versioni successive, aggiungere il valore MinUserDC per escludere l'emulatore PDC nell'elenco dei server Exchange può utilizzare.

Importante Questa sezione, il metodo o attività contiene viene illustrato come modificare il Registro di sistema. Tuttavia, può causare seri problemi se si modifica il Registro di sistema in modo non corretto. Pertanto, assicurarsi di seguire attentamente i passaggi. Per una maggiore protezione, eseguire il backup del Registro di sistema prima di modificarlo. Quindi, è possibile ripristinare il Registro di sistema se si verifica un problema. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup e ripristinare il Registro di sistema, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
Articolo 322756  (http://support.microsoft.com/kb/322756/ ) Come eseguire il backup e ripristinare il Registro di sistema in Windows

Per aggiungere valore MinUserDC del Registro di sistema, attenersi alla seguente procedura:
  1. Avviare l'Editor del Registro di sistema.
  2. Individuare e selezionare la seguente sottochiave del Registro di sistema:
    HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Services\MSExchangeDSAccess\Profiles\Default
    Nota 2007 Exchange Server e Exchange Server 2010, individuare la sottochiave di MSExchangeADAccess anziché la sottochiave MSExchangeDSAccess.
  3. Nel Modifica menu, fare clic su Aggiungere valore, quindi aggiungere il seguente valore del Registro di sistema:
    Nome valore: MinUserDC
    Tipo di dati: REG_DWORD
    Dati valore: Come richiesto

    Nota La voce MinUserDC determina il numero totale di utenti domain controller devono essere disponibile per l'esclusione di emulatore PDC attivare. Il valore configurato per la voce del Registro di sistema MinUserDC è il numero massimo di controller di dominio da contattare prima di contattare l'emulatore PDC. Ad esempio, quando si imposta MinUserDC a 4, in questo modo DSAccess esclude l'emulatore PDC solo quando è disponibile un totale di quattro controller di dominio. Quando questa condizione è soddisfatta, l'emulatore PDC viene escluso dall'utilizzo e DSAccess comunica solo con i restanti tre controller di dominio.
  4. Uscire dall'Editor del Registro di sistema.
Note
  • È necessario applicare la modifica del Registro di sistema che questo articolo viene descritto indipendentemente il service pack è installato.
  • In Exchange Server Enterprise Edition, la sottochiave di profili e il Sottochiave predefinita non sono disponibili. È necessario creare queste sottochiavi in Exchange Server Enterprise Edition.
  • Quando si determina un valore per MinUserDC, si consiglia di equazione n - 1, dove n è uguale al numero totale dei controller di dominio nel sito. Questo numero include l'emulatore PDC. Sottrarre 1 a questo numero e la somma dovrebbe essere il valore immesso per MinUserDC.
Metodo 2: Exchange Server 2007 e Exchange Server 2010

In Exchange Server 2007 e nel 2010 Exchange Server, è possibile utilizzare un cmdlet per configurare il componente di MSExchangeADAccess l'esclusione di un particolare controller di dominio o un elenco dei controller di dominio da utilizzare. A tale scopo, utilizzare il comando Set-ExchangeServer con l'opzione StaticExcludedDomainControllers .

Nell'esempio riportato di seguito viene illustrato come utilizzare il comando Set-ExchangeServer per escludere uno o più controller di dominio da utilizzare. Inoltre, in questo esempio viene illustrato come verificare lo stato dell'ambiente di Exchange dopo l'esecuzione del comando Set-ExchangeServer .

In questo esempio, si hanno i seguenti server:
Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
Nome hostDominioRuolo
E2K7-1Contoso.comExchange Server 2007
DC-1Contoso.comcontroller di dominio con master operazioni PDC
DC-2Contoso.comcontroller di dominio
DC-3Contoso.comcontroller di dominio
Per utilizzare il comando Set-ExchangeServer per escludere i tre controller di dominio elencati in questa tabella da utilizzare per il componente DSAccess, attenersi alla seguente procedura:
  1. Avviare Exchange Management Shell. A tale scopo, fare clic su Avviare, scegliere Tutti i programmi, scegliere Microsoft Exchange Server 2007, quindi fare clic su Exchange Management Shell.
  2. Al prompt dei comandi, digitare il comando seguente e premere INVIO:
    Set-ExchangeServer-E2K7-1.contoso.com - StaticExcludedDomainControllers identità: dc-1.contoso.com,dc-2.contoso.com,dc-3.contoso.com
    Questo comando esclude DC-1, 2 DC e DC-2 da utilizzare per il server è denominato E2K7-1.

    Nota In questo comando, specificare i nomi di dominio completo dei singoli domain controller utilizzando un elenco delimitato da virgole che non contenga spazi tra le voci.
  3. Per verificare l'elenco dei controller di dominio escluso, digitare il comando seguente e premere INVIO:
    Get-ExchangeServer-identità E2K7-1.contoso.com-stato | fl nome, StaticExcludedDomainControllers
Nota Se si desidera rimuovere le modifiche apportate e ripristinare il comportamento predefinito di Exchange, tipo il seguente comando al prompt della Shell di gestione di Exchange e quindi premere INVIO:
Set-ExchangeServer-identità E2K7-1.contoso.com - StaticExcludedDomainControllers:$ null

Status

Microsoft ha confermato che si tratta di un problema con i prodotti elencati nella sezione "Si applica a".

Informazioni

In Exchange Server 2007 e nel 2010 Exchange Server, è possibile utilizzare il cmdlet Set-ExchangeServer per configurare il componente di MSExchangeADAccess l'esclusione di un particolare controller di dominio o un elenco dei controller di dominio da utilizzare. Non è necessario modificare il Registro di sistema quando si utilizza il cmdlet Set-ExchangeServer . Tuttavia, è necessario prestare attenzione quando si utilizza il cmdlet Set-ExchangeServer per escludere un controller di dominio da utilizzare. Ad esempio, se il dominio dispone di Domain_Controller_A e Domain_Controller_B, e si utilizza il cmdlet Set-ExchangeServer da escludere Domain_Controller_A da utilizzare, Exchange Server smette di funzionare se Domain_Controller_B non è disponibile.

È inoltre possibile aggiungere il valore MinUserDC per escludere l'emulatore PDC da utilizzare il componente di MSExchangeADAccess. Quando si utilizza il valore MinUserDC del Registro di sistema, è possibile impostare un livello minimo di risorse del controller di dominio prima che il server che ha il ruolo di emulatore PDC è abilitato per gestire le richieste di Exchange. Il valore MinUserDC presenta i seguenti vantaggi rispetto all'utilizzo del cmdlet Set-ExchangeServer :
  • Quando si utilizza il valore MinUserDC, controller di dominio che ha il ruolo di emulatore PDC è ancora disponibile per l'utilizzo se non tutti gli altri controller di dominio. Se si utilizza il cmdlet Set-ExchangeServer , controller di dominio che ha il ruolo di emulatore PDC viene escluso in modo permanente.
  • Quando si utilizza il valore MinUserDC e quindi spostare il ruolo di emulatore PDC a un controller di dominio diverso, il controller di dominio host da che il ruolo di emulatore PDC viene escluso automaticamente utilizzare dal componente MSExchangeADAccess che il controller di dominio ospitato in precedenza il ruolo di emulatore PDC è disponibile per gestire le richieste di Exchange.

    Se si utilizza il cmdlet Set-ExchangeServer e il ruolo di emulatore PDC viene spostato in un altro controller di dominio, è necessario eseguire il cmdlet Set-ExchangeServer nuovamente per aggiornare l'elenco di StaticExcludedDomainControllers. Se non si esegue il cmdlet Set-ExchangeServer nuovamente, è possibile che il controller di dominio che ospita il ruolo di emulatore PDC al termine dello spostamento sarà disponibile per gestire le richieste di Exchange. Inoltre, il controller di dominio ospitato in precedenza il ruolo di emulatore PDC comunque verrà esclusi.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
316300  (http://support.microsoft.com/kb/316300/ ) ID evento 2080 da MSExchangeDSAccess
812848  (http://support.microsoft.com/kb/812848/ ) La linea ISDN la connessione a siti WAN remoti ogni 15 minuti


Per ulteriori informazioni sul comando Set-ExchangeServer , visitare il seguente sito Web Microsoft:

http://technet.microsoft.com/en-us/library/bb123716.aspx (http://technet.microsoft.com/en-us/library/bb123716.aspx)


Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Exchange Server 2003 Enterprise Edition
  • Microsoft Exchange Server 2003 Standard Edition
  • Microsoft Exchange 2000 Server Standard Edition
  • Microsoft Exchange Server 2007 Enterprise Edition
  • Microsoft Exchange Server 2007 Standard Edition
  • Microsoft Exchange Server 2010 Enterprise
  • Microsoft Exchange Server 2010 Standard
Chiavi: 
kbexpertiseadvanced kbbug kbfix kbmt KB298879 KbMtit
Traduzione automatica articoliTraduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 298879  (http://support.microsoft.com/kb/298879/en-us/ )
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store