DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 314095 - Ultima modifica: martedì 2 luglio 2013 - Revisione: 5.0

Per la versione di questo articolo relativa a Microsoft Windows 2000 e Microsoft Windows NT 4.0, vedere: 163391  (http://support.microsoft.com/kb/163391/it/ ) .

In questa pagina

Sommario

In questo articolo viene descritto come diagnosticare e risolvere le cause che possono provocare problemi quando si tenta di utilizzare uno dei seguenti strumenti per comunicare con i server su Internet:
  • Browser Internet
  • FTP (File Transfer Protocol)
  • Telnet
Le informazioni riportate in questo articolo presuppongono che sia possibile connettersi e accedere correttamente al provider di servizi Internet (ISP).

Informazioni

I problemi di comunicazione con un server su Internet possono dipendere da diversi motivi:
  • Il server non funziona correttamente oppure è stato temporaneamente rimosso da Internet.
  • Il browser non è configurato correttamente.
  • La configurazione TCP/IP per la connessione di accesso remoto all'ISP non è corretta.
  • Il server DNS (Domain Name Service) del provider di servizi Internet non funziona correttamente.
  • I file host nel System_drive:\Windows, System_drive:\Windows\System32\Drivers e System_drive:\Program Files\Network Ice\Black Ice potrebbero essere danneggiati.

    Nota: System_drive sta per l'unità in cui è installato Windows.
Per determinare la causa e la risoluzione del problema, attenersi alle procedure di ciascuna delle sezioni seguenti, nell'ordine in cui vengono presentate. Al termine di una procedura, verificare se sia possibile comunicare correttamente con i server su Internet.

Se non si riesce a comunicare con un server specifico su Internet

provare a connettersi al sito Web Microsoft utilizzando il nome di dominio completo:
http://www.microsoft.com/italy/ (http://www.microsoft.com/it/it/default.aspx)
Un nome di dominio completo è costituito da un nome host (in questo caso "microsoft") e un nome di dominio (".com"). Se è possibile connettersi al sito Web Microsoft utilizzando il nome di dominio completo, la configurazione TCP/IP del computer è corretta.

Se si riesce ad accedere al sito Web Microsoft ma non a un altro sito specifico dopo diversi tentativi, è possibile che l'altro sito non funzioni correttamente oppure che sia stato temporaneamente rimosso da Internet. Provare a connettersi ad altri siti. Se si riesce ad accedere solo ad alcuni siti, rivolgersi al provider di servizi Internet.

Se non è possibile connettersi ad alcun sito, il problema potrebbe dipendere dalla configurazione del browser oppure dalla configurazione TCP/IP per la connessione remota al provider di servizi Internet.

Assicurarsi che la configurazione del browser sia corretta

Verificare che il browser, ad esempio Microsoft Internet Explorer, sia configurato correttamente per Internet tramite la connessione remota al provider e non tramite un server proxy ovvero un computer o un programma che agisce da barriera di protezione tra la rete LAN e Internet. Un server proxy è un componente firewall che presenta un singolo indirizzo di rete ai siti esterni.

Per verificare queste impostazioni, avviare Internet Explorer, quindi scegliere Opzioni Internet dal menu Strumenti. Fare clic sulla scheda Connessioni, quindi visualizzare le impostazioni relative all'ISP.

Per verificare se il browser utilizza un server proxy, scegliere Impostazioni LAN.

Confermare l'indirizzo IP (Internet Protocol)

Se il provider ha assegnato un indirizzo IP statico (permanente), verificare che la configurazione TCP/IP per la connessione al provider contenga le informazioni corrette. Attenersi alla seguente procedura:
  1. Connettersi al provider di servizi Internet.
  2. Avviare un prompt dei comandi, quindi digitare il comando seguente e premere INVIO:
    ipconfig /all
    Il comando ipconfig /all consente di visualizzare le impostazioni TCP/IP di Windows per tutte le schede di rete e le connessioni modem. L'indirizzo relativo a una connessione modem viene visualizzato come "NDISWAN x adapter", dove x è un numero. Il gateway predefinito per la scheda NDISWAN x è lo stesso dell'indirizzo IP. Questo comportamento è legato a caratteristiche di progettazione. Potrebbe venire visualizzata più di una scheda NDISWAN x. L'indirizzo IP delle schede NDISWAN x non in uso è composto da zeri.
  3. Se l'indirizzo IP visualizzato per la connessione remota al provider di servizi Internet non corrisponde a quello fornito, modificarlo in modo che risulti corrispondente alle impostazioni del provider. Attenersi alla seguente procedura:
    1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, Pannello di controllo, quindi fare doppio clic su Connessioni di rete.
    2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla connessione Internet, scegliere Proprietà, quindi fare clic sulla scheda Rete.
    3. Fare clic sulla scheda IP, quindi scegliere Proprietà.
    4. Se le impostazioni non sono corrette, modificare le impostazioni TCP/IP in modo che corrispondano a quelle fornite dall'ISP, scegliere OK, quindi scegliere nuovamente OK.

Abilitare l'opzione Utilizza gateway predefinito sulla rete remota

Se si è connessi a una rete locale tramite una scheda di rete e, contemporaneamente, al provider di servizi Internet tramite modem, configurare la connessione remota in modo che eventuali conflitti di routing vengano risolti a favore della connessione remota al provider. Attenersi alla seguente procedura:
  1. Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Connessioni di rete.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla connessione Internet, scegliere Proprietà, quindi fare clic sulla scheda Rete.
  3. Fare clic sulla scheda IP, scegliere Proprietà, quindi fare clic su Avanzate.
  4. Selezionare la casella di controllo Utilizza gateway predefinito sulla rete remota, quindi scegliere OK.
  5. Fare clic su OK.

Verificare le luci di trasferimento e ricezione

Se si è connessi a una rete locale tramite una scheda di rete e, contemporaneamente, al provider di servizi Internet tramite modem, un conflitto tra la scheda di rete e il modem può impedire a quest'ultimo di inviare informazioni ai server su Internet. Per verificare che i pacchetti TCP/IP vengano inoltrati al provider tramite il modem, attenersi alla seguente procedura:
  1. Connettersi e accedere al provider di servizi Internet.
  2. Utilizzare il comando ping per fare in modo che il modem invii informazioni di prova. Al prompt dei comandi digitare il comando seguente, quindi premere INVIO:
    eseguire il ping dell'indirizzo IP
    dove l'indirizzo IP corrisponde all'indirizzo IP di un server su Internet di cui è noto il corretto funzionamento. Se non si conosce l'indirizzo IP di un server su Internet, utilizzare quello di ftp.microsoft.com, ovvero 207.46.133.140.
Il monitor di Connessione remota utilizza gli indicatori luminosi per visualizzare lo stato del modem.
  • Se l'indicatore luminoso relativo al trasferimento (Tx) in Monitor di Connessione remota lampeggia quando si esegue il ping di un server su Internet, le informazioni TCP/IP vengono inoltrate al provider di servizi Internet tramite il modem.
  • Se l'indicatore luminoso relativo al trasferimento (Tx) in Monitor di Connessione remota non lampeggia quando si esegue il ping di un server su Internet, i pacchetti non vengono inoltrati tramite il modem. Assicurarsi che l'indirizzo IP assegnato dal provider per la connessione remota sia diverso da quello della scheda di rete o del driver di loopback, se installato. Inoltre, l'indirizzo IP della scheda di rete o del driver di loopback non deve trovarsi nella stessa rete dell'indirizzo IP assegnato dal provider di servizi Internet per la connessione remota.
  • Se l'indicatore luminoso relativo alla ricezione (Rx) in Monitor di Connessione remota non lampeggia quando si esegue il ping di un server su Internet, i pacchetti non vengono ricevuti. Rivolgersi all'ISP per eventuale assistenza.
  • Se l'indicatore luminoso relativo alla ricezione (Rx) in Monitor di Connessione remota lampeggia quando si esegue il ping di un server su Internet, ma non è possibile connettersi al server utilizzando il nome completo di dominio, il problema potrebbe riguardare la risoluzione dei nomi.

Verificare la risoluzione dei nomi

La risoluzione dei nomi host viene effettuata da un server DNS. Se non è possibile connettersi a un server su Internet utilizzando il nome completo di dominio, il problema potrebbe dipendere dalla configurazione DNS della connessione remota oppure dal server DNS del provider.

Per stabilire se il problema dipende dalla configurazione DNS della connessione remota al provider di servizi Internet, attenersi alla seguente procedura:
  1. Al prompt dei comandi digitare ipconfig /all, quindi premere INVIO per visualizzare l'indirizzo IP del server DNS. Se l'indirizzo IP del server DNS non viene visualizzato, richiederlo al provider.
  2. Per verificare che sia possibile comunicare con il server DNS, effettuare il ping dell'indirizzo IP del server DNS. Si dovrebbe ricevere una risposta simile alla seguente:
       Esecuzione di Ping ###.###.###.### con 32 byte di dati:
    
       Risposta da ###.###.###.###: byte=32 durata=77 ms TTL=28
       Risposta da ###.###.###.###: byte=32 durata=80 ms TTL=28
       Risposta da ###.###.###.###: byte=32 durata=78 ms TTL=28
       Risposta da ###.###.###.###: bytes=32 time=79ms TTL=28 
    La serie di cancelletti (###.###.###.###) corrisponde all'indirizzo IP del server DNS.
Se non è possibile eseguire il ping dell'indirizzo IP del server DNS, contattare il provider di servizi Internet per verificare di disporre dell'indirizzo IP corretto e che il server DNS funzioni correttamente.

Se è possibile eseguire il ping dell'indirizzo IP del server DNS, ma non connettersi a un server su Internet utilizzando il relativo nome completo di dominio, il server DNS potrebbe non risolvere correttamente i nomi host. Se per il provider sono disponibili più server DNS, configurare il computer in modo che utilizzi un server DNS diverso. Se il problema viene risolto utilizzando un altro server DNS, contattare il provider in modo da correggere il problema relativo al server DNS originale.

Esaminare i file host

Aprire Internet Explorer. Connettersi a Internet. Digitare www.microsoft.com e altri indirizzi di dominio completi nella barra degli indirizzi, quindi scegliere Vai. MSN Search segnala che non è stata trovata alcuna pagina. Se tuttavia si digita l'indirizzo IP di qualsiasi sito Web, quest'ultimo viene visualizzato.

Per risolvere il problema, attenersi alla seguente procedura:
  1. Cercare i file host sui dischi rigidi locali.
  2. Se le estensioni dei nomi di file sono visibili, trovare un eventuale file host privo dell'estensione sam, aprirlo con il Blocco note per controllare se contiene riferimenti ai siti non disponibili.
  3. Eliminare tutti i file host privi dell'estensione sam.

Una volta verificato l'indirizzo IP corretto per il server DNS, aggiornare le impostazioni TCP/IP per la connessione remota al provider di servizi Internet. Per modificare o aggiungere un indirizzo IP valido del server DNS per una voce della rubrica di Connessione remota, attenersi alla seguente procedura:
  1. Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Connessioni di rete.
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla connessione Internet, scegliere Proprietà, quindi fare clic sulla scheda Rete.
  3. Fare clic sulla scheda IP, quindi scegliere Proprietà.
  4. Fare clic su Utilizza i seguenti indirizzi server DNS, quindi digitare l'indirizzo IP corretto nella casella Server DNS preferito.
  5. Scegliere OK, quindi di nuovo OK.

Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows XP Home Edition
  • Microsoft Windows XP Professional
Chiavi: 
kbhowto kbdialup kbinfo kbnetwork KB314095
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store