DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 910338 - Ultima modifica: martedì 14 settembre 2010 - Revisione: 2.0

In questa pagina

Sintomi

Quando si visita il sito Web Microsoft Windows Update o Microsoft Update, è possibile che il sito si blocchi. Inoltre è possibile che venga visualizzato il seguente messaggio di errore:
0x800A0046
È possibile che nel file %windir%\Windowsupdate.log venga registrata una voce analoga a una di quelle riportate di seguito:
Data	Ora	3096	c1c	COMAPI	AVVISO: Impossibile ascoltare l'evento aggiornamento automatico/arresto (hr=0X80070005)
Data	Ora	3096	c1c	COMAPI	AVVISO: Impossibile stabilire la connessione con il servizio. (hr=80070005)

Cause

Questo problema si verifica in presenza di una o più delle seguenti condizioni:
  • La configurazione DCOM non è corretta.
  • L'account utente è membro del gruppo Guests.
  • Il descrittore di protezione nel servizio Aggiornamenti automatici non è corretto.
  • I criteri di protezione locali non sono corretti.

Risoluzione

Per risolvere il problema, attenersi alla procedura descritta di seguito sui computer client.

Passaggio 1: Verificare la protezione DCOM

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare Dcomcnfg, quindi scegliere OK.
  2. Espandere Servizi componenti, quindi Computer.
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Risorse del computer, quindi scegliere Proprietà.
  4. Fare clic sulla scheda Protezione COM.
  5. In Autorizzazioni di accesso, scegliere Modifica predefinite.
  6. Verificare che siano elencati i seguenti account:

    Sui client basati su Microsoft Windows XP e Microsoft Windows Server 2003
    Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
    Nome accountTipo di autorizzazioneAutorizzazione
    Self, Administrators o un utente appartenente al gruppo Administrators locale.Accesso localeConsenti
    SystemAccesso localeConsenti
    Sui client basati su Microsoft Windows 2000
    Riduci questa tabellaEspandi questa tabella
    Nome accountTipo di autorizzazioneAutorizzazione
    AdministratorsAccesso localeConsenti
    SystemAccesso localeConsenti
  7. Se uno di questi account non è presente nella casella Autorizzazioni di accesso, attenersi alla seguente procedura:
    1. Scegliere Aggiungi, Avanzate, quindi fare clic su Percorsi.
    2. Nella casella Percorsi fare clic su Nome_computer_locale, quindi scegliere OK.
    3. Scegliere Trova.
    4. Premere CTRL, fare clic sui nomi di account richiesti, quindi scegliere OK due volte.
    5. Nella casella Utenti e gruppi fare clic su uno degli account aggiunti, scegliere Local Access nella casella Autorizzazioni per Nome_account, quindi selezionare la casella di controllo nella colonna Consenti.
    6. Ripetere il passaggio 7 per ogni account aggiunto, quindi scegliere OK.

Passaggio 2: Verificare le proprietà predefinite DCOM

  1. Fare clic sulla scheda Proprietà predefinite.
  2. Verificare la seguente configurazione:
    • La casella di controllo Abilita DCOM in questo computer deve essere selezionata.
    • Nella casella Livello di autenticazione predefinito deve essere selezionata l'opzione Connetti.
    • Nella casella Livello di rappresentazione predefinito deve essere selezionata l'opzione Identifica.
  3. Apportare le eventuali modifiche necessarie, quindi scegliere OK.
  4. Riavviare il computer.

Passaggio 3: Verificare che l'account utente non sia membro del gruppo Guests

Nota Questo passaggio si applica solo ai computer che eseguono Windows Server 2003, Windows XP Professional o Windows 2000 e che non fanno parte di un dominio.
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Impostazioni, quindi Pannello di controllo.
  2. Fare doppio clic su Strumenti di amministrazione.
  3. Espandere Gestione computer, quindi espandere Utenti e gruppi locali.
  4. Fare clic su Utenti.
  5. Nel riquadro destro fare doppio clic sull'account utilizzato per accedere al computer.
  6. Scegliere la scheda Membro di.
  7. Fare clic su Guests, scegliere Rimuovi, quindi OK.

Passaggio 4: Verificare il descrittore di protezione nel servizio Aggiornamenti automatici

Sui computer client basati su Windows Server 2003 e Windows XP
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare cmd, quindi scegliere OK.
  2. Al prompt dei comandi digitare il seguente comando e premere INVIO per ripristinare il descrittore di protezione:
    Sc sdset wuauserv D:(A;;CCLCSWRPWPDTLOCRRC;;;SY)(A;;CCDCLCSWRPWPDTLOCRSDRCWDWO;;;BA)(A;;CCLCSWLOCRRC;;;AU)(A;;CCLCSWRPWPDTLOCRRC;;;PU)
    Nota In un ambiente di dominio è possibile configurare questa impostazione di protezione mediante un oggetto Criteri di gruppo. Se dopo avere digitato questo comando il problema viene risolto solo temporaneamente, probabilmente è configurato in oggetto Criteri di gruppo. L'amministratore del dominio dovrà modificare l'oggetto Criteri di gruppo in modo da includervi le impostazioni di protezione corrette.
Sui client basati su Windows 2000
  1. Scaricare l'utilità Subinacl. A questo scopo, visitare il seguente sito Web Microsoft (informazioni in lingua inglese):
    http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=e8ba3e56-d8fe-4a91-93cf-ed6985e3927b&DisplayLang=en (http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=e8ba3e56-d8fe-4a91-93cf-ed6985e3927b&DisplayLang=en)
  2. Fare doppio clic sul file scaricato, quindi attenersi alle istruzioni contenute nella procedura guidata Windows Resource Kit Tools Setup Wizard. Per impostazione predefinita, l'utilità Subinacl viene installata nella seguente directory:
    C:\Programmi\Windows Resource Kits\Tools
  3. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare cmd, quindi scegliere OK.
  4. Al prompt dei comandi digitare cd C:\Programmi\Windows Resource Kits\Tools per passare alla directory in cui è stata installata l'utilità Subinacl.
  5. Digitare il seguente comando e premere INVIO:
    Subinacl /service wuauserv /sddl=D:(A;;CCLCSWRPWPDTLOCRRC;;;SY)(A;;CCDCLCSWRPWPDTLOCRSDRCWDWO;;;BA)(A;;CCLCSWLOCRRC;;;AU)(A;;CCLCSWRPWPDTLOCRRC;;;PU)
    Nota In un ambiente di dominio è possibile configurare questa impostazione di protezione mediante un oggetto Criteri di gruppo. Se dopo avere digitato questo comando il problema viene risolto solo temporaneamente, probabilmente è configurato in oggetto Criteri di gruppo. L'amministratore del dominio dovrà modificare l'oggetto Criteri di gruppo in modo da includervi le impostazioni di protezione corrette.

Passaggio 5: Verificare i criteri di protezione locali

Note
  • Questo passaggio si applica solo ai computer basati su Windows Server 2003, Windows XP Professional o Windows 2000.
  • Se l'account utente fa parte di un dominio, è possibile configurare questa impostazione di protezione mediante un oggetto Criteri di gruppo disponibile in rete. Per ulteriori informazioni, contattare l'amministratore di rete o fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
    810739  (http://support.microsoft.com/kb/810739/ ) White Paper: Risoluzione dei problemi relativi a Criteri di gruppo in Windows 2000
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare gpedit.msc, quindi scegliere OK.
  2. Espandere Configurazione computer, Impostazioni di Windows, Impostazioni protezione, quindi Criteri locali.
  3. Fare clic su Assegnazione diritti utente.
  4. Nel riquadro destro fare doppio clic su Rappresenta un client dopo l'autenticazione.
  5. Verificare che siano inclusi gli account Service e Administrators.
  6. Se l'account del servizio o l'account Administrators è mancante, attenersi alla seguente procedura per aggiungerlo:
    1. Fare clic su Aggiungi utente o gruppo, scegliere Avanzate, quindi fare clic su Percorsi.
    2. Nella casella Percorsi fare clic su Nome_computer_locale, quindi scegliere OK.
    3. Scegliere Trova.
    4. Premere CTRL, fare clic sui nomi di account richiesti, quindi scegliere OK tre volte.
  7. Riavviare il computer.

Passaggio 6: Attivare la persistenza dei dati utente in Microsoft Internet Explorer

  1. Aprire Internet Explorer.
  2. Scegliere Opzioni Internet dal menu Strumenti.
  3. Scegliere la scheda Protezione e fare clic su Internet.
  4. Scegliere Livello personalizzato.
  5. Nella finestra di dialogo Impostazioni scorrere l'elenco fino alla sezione Varie.
  6. In Persistenza dati utente selezionare Attiva.
  7. Scegliere OK due volte.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni, fare clic sui numeri degli articoli della Microsoft Knowledge Base riportati di seguito:
902093  (http://support.microsoft.com/kb/902093/ ) Come leggere il file Windowsupdate.log
906602  (http://support.microsoft.com/kb/906602/ ) Risoluzione dei problemi di installazione di Windows Update, Microsoft Update e Windows Server Update Services

Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft Windows Update
  • Microsoft Update
Chiavi: 
kbtshoot kbprb KB910338
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store