DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 922672 - Ultima modifica: venerdì 8 marzo 2013 - Revisione: 4.0

 

In questa pagina

INTRODUZIONE

Questo articolo viene descritto il criterio di supporto per gli assembly di Microsoft.NET Framework non testati in common language runtime (CLR) di.NET Framework-ospitato ambiente in Microsoft SQL Server.

Informazioni

Assembly di test e supporto tecnico

Quando si registra un assembly che fa riferimento a un assembly di.NET Framework non testato in SQL Server, è possibile che venga visualizzato il seguente messaggio di avviso:

Avviso: Microsoft .net Framework assembly 'AssemblyName' in fase di registrazione non è stato testato completamente in ambiente SQL Server ospitato.

Il messaggio indica che l'assembly di.NET Framework non è stato testato nell'ambiente di hosting CLR di SQL Server. Di conseguenza, l'assembly non è supportato nell'ambiente di hosting CLR di SQL Server.

Un assembly di.NET Framework non testato potrebbe chiudere il processo host quando si verifica una condizione critica come condizione di memoria insufficiente. È possibile utilizzare l'assembly nell'ambiente di hosting CLR di SQL Server a proprio rischio. Tuttavia, Microsoft SQL Server cliente supporto servizi (CSS) non consente di risolvere i problemi che sono associati a un assembly di.NET Framework non supportato. Se CSS determina che un determinato assembly non supportato provoca problemi di SQL Server, potrebbe essere necessario interrompere l'utilizzo dell'assembly. Inoltre, potrebbe essere richiesto di interrompere l'utilizzo di assembly temporaneamente quando CSS risolvere un particolare problema di SQL Server se è necessario.

Registrazione dell'assembly

Esistono due tipi di assembly .NET: pure e misti. Gli assembly .NET pure contengono solo le istruzioni MSIL. Gli assembly misti contengono istruzioni macchina non gestite e istruzioni MSIL. Gli assembly misti in genere vengono compilati in un compilatore C++ utilizzando l'opzione "clr" e anche le istruzioni in linguaggio macchina compilati dal codice C++ nativo.

Quando si utilizza un assembly di.NET Framework non è nell'elenco supportato, è necessario utilizzare l'istruzione CREATE ASSEMBLY per registrare l'assembly e assembly di riferimento all'interno del database di SQL Server. L'istruzione CREATE ASSEMBLY di SQL Server consente solo gli assembly di.NET Framework pure essere registrato. Se l'assembly o qualsiasi riferimento non è un assembly di.NET Framework puro e, pertanto, è un assembly misto, è possibile che venga visualizzato il seguente messaggio di errore:

Msg 6544, livello 16, stato 1, riga 2

CREATE ASSEMBLY per l'assembly '<assembly name="">' non riuscita perché assembly '<assembly name="">' non è corretto o non è un assembly .NET puro.</assembly> </assembly>

Stub di intestazione PE o nativo non verificabile.

In questo caso, è possibile utilizzare l'assembly di.NET Framework e CLR SQL, a meno che l'assembly è in elenco supportato descritto in questo articolo. Un assembly di.NET Framework può inoltre modificare da un assembly puro a un assembly misto tra versioni. Se si utilizza un assembly che non è nell'elenco supportato, potrebbe essere una situazione in cui il funzionamento dell'assembly in una versione di.NET Framework ma non in un altro. Questa restrizione non si applica agli assembly nell'elenco supportata perché tali assembly non sono necessari essere registrati mediante l'istruzione CREATE ASSEMBLY.

Inoltre, è necessario mantenere questi assembly dopo l'aggiornamento di Microsoft.NET Framework. Per ulteriori informazioni, fare clic sul numero di articolo riportato di seguito per visualizzare l'articolo della Microsoft Knowledge Base:
949080  (http://support.microsoft.com/kb/949080/ ) Messaggio di errore quando si esegue una routine CLR o utilizzare un assembly in SQL Server: "Assembly nell'archivio host ha una firma diversa dall'assembly nella Global Assembly Cache. (Eccezione da HRESULT: 0x80131050) "

Assembly sono supportati in un ambiente ospitato dal CLR di SQL Server

I seguenti assembly di.NET Framework sono supportati in un ambiente ospitato dal CLR di SQL Server:
  • Microsoft.VisualBasic.dll
  • Mscorlib. dll
  • System.Data.dll
  • System. dll
  • System.Xml.dll.
  • Microsoft.VisualC.dll
  • CustomMarshalers.dll
  • System.Security.dll
  • System.Web.Services.dll
  • SQLXML. dll
  • System.Transactions.dll
  • OracleClient
  • System.Configuration.dll

Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Microsoft SQL Server 2012 Enterprise
  • Microsoft SQL Server 2012 Standard
  • Microsoft SQL Server 2012 Developer
  • Microsoft SQL Server 2012 Express
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Developer
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Enterprise
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Express
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Express with Advanced Services
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Standard
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Web
  • Microsoft SQL Server 2008 R2 Workgroup
  • Microsoft SQL Server 2008 Developer
  • Microsoft SQL Server 2008 Enterprise
  • Microsoft SQL Server 2008 Express
  • Microsoft SQL Server 2008 Standard
  • Microsoft SQL Server 2008 Web
  • Microsoft SQL Server 2008 Workgroup
  • Microsoft SQL Server 2005 Standard Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Enterprise Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Developer Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Express Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Express Edition with Advanced Services
  • Microsoft SQL Server 2005 Workgroup Edition
  • Microsoft SQL Server 2005 Compact Edition
Chiavi: 
kbhowto kbexpertiseadvanced kbsql2005clr kbinfo kbmt KB922672 KbMtit
Traduzione automatica articoliTraduzione automatica articoli
Il presente articolo è stato tradotto tramite il software di traduzione automatica di Microsoft e non da una persona. Microsoft offre sia articoli tradotti da persone fisiche sia articoli tradotti automaticamente da un software, in modo da rendere disponibili tutti gli articoli presenti nella nostra Knowledge Base nella lingua madre dell’utente. Tuttavia, un articolo tradotto in modo automatico non è sempre perfetto. Potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli, più o meno allo stesso modo di come una persona straniera potrebbe commettere degli errori parlando una lingua che non è la sua. Microsoft non è responsabile di alcuna imprecisione, errore o danno cagionato da qualsiasi traduzione non corretta dei contenuti o dell’utilizzo degli stessi fatto dai propri clienti. Microsoft, inoltre, aggiorna frequentemente il software di traduzione automatica.
Clicca qui per visualizzare la versione originale in inglese dell’articolo: 922672  (http://support.microsoft.com/kb/922672/en-us/ )
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store