DetailPage-MSS-KB

Microsoft Knowledge Base

Identificativo articolo: 929605 - Ultima modifica: domenica 25 settembre 2011 - Revisione: 3.0

-

Per continuare a ricevere gli aggiornamenti della protezione per Windows, assicurarsi di eseguire Windows Vista con Service Pack 2 (SP2). Per ulteriori informazioni, fare riferimento a questa pagina Web Microsoft: Per alcune versioni di Windows il servizio di supporto non � pi� disponibile (http://windows.microsoft.com/it-it/windows/help/end-support-windows-xp-sp2-windows-vista-without-service-packs?os=xp)

In questa pagina

Sintomi

Se un computer dispone di 4 gigabyte (GB) di RAM, la memoria di sistema riportata nella finestra di dialogo Informazioni di sistema in Windows Vista è inferiore a quella prevista.

È possibile, ad esempio che nella finestra di dialogo Informazioni di sistema sia indicato 3.120 megabyte (MB) come valore per la memoria di sistema in un computer nel quale è installata una memoria di 4 GB (4.096 MB).

Nota È possibile accedere alla finestra di dialogo Informazioni di sistema nei seguenti modi:
  • Fare clic sul pulsante Start, digitare Sistema nella casella Cerca, quindi scegliere Sistema in Programmi.
  • Fare doppio clic su Sistema nel Pannello di controllo.
  • Fare clic sul pulsante Start, fare clic con il pulsante destro del mouse su Computer, quindi scegliere Proprietà.
  • Fare clic su Mostra ulteriori dettagli nella finestra Centro attività iniziali di Windows Vista.
NotaIn Windows Vista Service Pack 1 (SP1) è stato modificato il modo in cui i componenti dell'interfaccia utente (UI) segnalano la memoria. Ad esempio, alcuni componenti di Windows Vista SP1 UI consentono di segnalare se nel computer sono installati oltre 4 GB di memoria.

Per ulteriori informazioni sul modo in cui viene segnalata la memoria in Windows Vista Service Pack 1, fare clic sul numero dell'articolo della Microsoft Knowledge Base riportato di seguito:
946003  (http://support.microsoft.com/kb/946003/ ) In Windows Vista SP1 verranno segnalati 4 GB di memoria di sistema (RAM) in sistemi in cui sono installati 4 GB di memoria

Cause

Questo comportamento è il risultato previsto di determinati fattori hardware e software.

Diverse periferiche in un computer standard richiedono l'accesso mappato alla memoria. Tale accesso è noto come MMIO (memory-mapped I/O, IO mappato alla memoria). Affinché lo spazio MMIO sia disponibile nei sistemi operativi a 32 bit, tale spazio dovrà risiedere all'interno dei primi 4 GB di spazio di indirizzi.

Se, ad esempio, si dispone di una scheda video con 256 MB di memoria, tale memoria dovrà essere mappata all'interno dei primi 4 GB di spazio di indirizzi. Se sono già installati 4 GB di memoria di sistema, parte di quello spazio di indirizzi dovrà essere riservato dal mapping di memoria grafica. Il mapping della memoria grafica sovrascrive una parte di memoria del sistema. Tali condizioni riducono la quantità totale di memoria di sistema disponibile per il sistema operativo.

La riduzione della memoria di sistema disponibile varia a seconda delle periferiche installate nel computer. Tuttavia, per evitare potenziali problemi di compatibilità dei driver, le versioni a 32 bit di Windows Vista limitano la memoria totale disponibile a 3,12 GB. Per informazioni su potenziali problemi di compatibilità dei driver, vedere la sezione "Ulteriori informazioni".

Se un computer dispone di molte periferiche installate, la memoria disponibile potrebbe essere ridotta a 3 GB o meno. Tuttavia, la memoria massima disponibile nelle versioni a 32 bit di Windows Vista è in genere 3,12 GB.

Workaround

Per consentire a Windows Vista di utilizzare tutti i 4 GB di memoria in un computer in cui sono installati 4 GB di memoria, il computer dovrà soddisfare i seguenti requisiti:
  • Il chipset deve supportare almeno 8 GB di spazio di indirizzi. I chipset che dispongono di questa funzionalità includono:
    • Intel 975X
    • Intel P965
    • Intel 955X su socket 775
    • Chipset che supportano i processori AMD che utilizzano socket F, socket 940, socket 939 o socket AM2. Questi chipset includono qualsiasi combinazione di socket AMD e CPU in cui il controller di memoria si trovi nella CPU.
  • La CPU deve supportare il set di istruzioni x64. La CPU AMD64 e la CPU Intel EM64T supportano questo set di istruzioni.
  • Il BIOS deve supportare la funzionalità di nuovo mapping della memoria. Tale funzionalità consente di mappare nuovamente al di sopra della riga di indirizzi di 4 GB il segmento di memoria di sistema sovrascritto in precedenza dallo spazio di configurazione PCI (Peripheral Component Interconnect). La funzionalità deve essere abilitata nell'utilità di configurazione del BIOS del computer. Consente di visualizzare la documentazione di prodotto del computer per istruzioni che spiegano come abilitare questa funzionalità. Molti computer orientati agli utenti potrebbero non supportare la funzionalità di modifica del mapping di memoria. Per questa funzionalità non viene utilizzata alcuna terminologia standard nella documentazione o nelle utilità di configurazione del BIOS. Pertanto, per stabilire se una qualsiasi delle impostazioni consenta di abilitare la funzione di modifica del mapping della memoria potrebbe essere necessario leggere le descrizioni delle varie impostazioni di configurazione del BIOS disponibili.
  • È necessario utilizzare una versione di Windows Vista x64 (a 64 bit).
Contattare il produttore del computer per determinare se il computer soddisfa questi requisiti.

Nota Quando la RAM fisica installata su un computer equivale allo spazio degli indirizzi supportato dal chipset, la memoria di sistema totale disponibile per il sistema operativo è sempre inferiore alla RAM fisica installata. Si consideri, ad esempio, un computer dotato di un chipset Intel 975X che supporta 8 GB di spazio degli indirizzi. Se si installano 8 GB di RAM, la memoria di sistema disponibile per il sistema operativo verrà ridotta dai requisiti di configurazione PCI. In uno scenario di questo tipo, i requisiti di configurazione PCI riducono la memoria disponibile per il sistema operativo di una quantità compresa tra 200 MB e 1 GB circa. La riduzione dipende dalla configurazione.

Informazioni

Problemi di compatibilità dei driver causati dalla modalità PAE

I problemi di compatibilità dei driver correlati alla Protezione esecuzione programmi sono in genere problemi di compatibilità causati dalla modalità PAE (physical address extension).

Nota La modalità PAE è necessaria solo nell'ambito di computer dotati di processori che supportano la funzionalità Protezione esecuzione programmi applicata all'hardware.

La Protezione esecuzione programmi potrebbe causare problemi di compatibilità con i driver che eseguono la generazione di codice o che utilizzano altre tecniche per generare codice eseguibile in tempo reale. Molti driver per i quali sono stati riscontrati questi problemi sono stati corretti. Poiché la Protezione esecuzione programmi è sempre attiva per i driver presenti nelle versioni di Windows a 64 bit, per questi driver in genere si verificano problemi di compatibilità. Tuttavia, non esiste alcuna garanzia del fatto che tutti i driver siano stati aggiornati per risolvere i problemi di compatibilità causati dalla modalità PAE. In ogni caso, esistono pochi driver che utilizzano queste tecniche. Da sola, la funzionalità Protezione esecuzione programmi non causa in genere di problemi di compatibilità dei driver.

I principali problemi potenziali di compatibilità dei driver si verificano quando si esegue la modalità PAE su computer a 32 bit. La modalità PAE consente ai processori di utilizzare più di 4 GB di memoria. La differenza principale tra gli schemi di paging della memoria PAE e quelli di paging della memoria non PAE sta nel livello aggiuntivo di paging necessario in modalità PAE. La modalità PAE richiede tre livelli di paging invece di due.

Alcuni driver potrebbero non essere caricati se la modalità PAE è abilitata, in quanto la periferica potrebbe non essere in grado di eseguire l'indirizzamento a 64 bit. Oppure, i driver potrebbero essere scritti con il presupposto che la modalità PAE richieda più di 4 GB di memoria. Tali driver sono scritti con l'aspettativa che i driver riceveranno sempre indirizzi a 64 bit in modalità PAE e che il driver o la periferica non siano in grado di interpretare l'indirizzo.

Altri driver potrebbero essere caricati in modalità PAE causando però instabilità del sistema a seguito della modifica diretta delle voci della tabella pagine di sistema. Questi driver prevedono voci della tabella pagine di sistema a 32 bit ma ricevono voci a 64 bit in modalità PAE.

Il problema di compatibilità PAE più comune per i driver riguarda i trasferimenti di accesso diretto alla memoria (DMA) e l'allocazione dei registri di connessione. Molte periferiche che supportano l'accesso DMA, in genere le schede a 32 bit, non sono in grado di eseguire l'indirizzamento fisico a 64 bit. Quando tali periferiche vengono eseguite in modalità a 32 bit, possono indirizzare tutto lo spazio degli indirizzi fisici. In modalità PAE, i dati possono trovarsi in corrispondenza di un indirizzo fisico superiore a 4 GB. Per consentire alle periferiche con questi limiti di funzionare in questo scenario, Microsoft Windows 2000 Server e le versioni successive di Windows forniscono un doppio buffer per la transazione DMA. Ciò è possibile perché viene fornito un indirizzo a 32 bit indicato da un registro di connessione. La periferica può eseguire la transazione DMA all'indirizzo a 32 bit. Il kernel copia la memoria nell'indirizzo a 64 bit fornito al driver. Quando il computer è in esecuzione con la modalità PAE disattivata, i driver per le periferiche a 32 bit non richiedono l'allocazione della memoria nei relativi registri di connessione. Ciò significa che il doppio buffer non è necessario, dato che tutte le periferiche e tutti i driver sono contenuti all'interno dello spazio degli indirizzi a 32 bit. I test dei driver per le periferiche a 32 bit nei computer basati su processori a 64 bit hanno dimostrato che i driver testati dal client che supportano l'accesso DMA in genere non prevedono limiti per i registri di connessione.

I prodotti di terze parti citati in questo articolo sono forniti da produttori indipendenti. Microsoft non rilascia alcuna garanzia implicita o esplicita relativa alle prestazioni o all'affidabilità di tali prodotti.

Le informazioni in questo articolo si applicano a:
  • Windows Vista Business
  • Windows Vista Enterprise
  • Windows Vista Home Basic
  • Windows Vista Home Premium
  • Windows Vista Starter
  • Windows Vista Ultimate
  • Windows Vista Enterprise 64-bit edition
  • Windows Vista Home Basic 64-bit edition
  • Windows Vista Home Premium 64-bit edition
  • Windows Vista Ultimate 64-bit edition
  • Windows Vista Business 64-bit edition
Chiavi: 
kbtshoot kbprb KB929605
LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MICROSOFT KNOWLEDGE BASE SONO FORNITE SENZA GARANZIA DI ALCUN TIPO, IMPLICITA OD ESPLICITA, COMPRESA QUELLA RIGUARDO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE E/O COMPATIBILITA' IN IMPIEGHI PARTICOLARI. L'UTENTE SI ASSUME L'INTERA RESPONSABILITA' PER L'UTILIZZO DI QUESTE INFORMAZIONI. IN NESSUN CASO MICROSOFT CORPORATION E I SUOI FORNITORI SI RENDONO RESPONSABILI PER DANNI DIRETTI, INDIRETTI O ACCIDENTALI CHE POSSANO PROVOCARE PERDITA DI DENARO O DI DATI, ANCHE SE MICROSOFT O I SUOI FORNITORI FOSSERO STATI AVVISATI. IL DOCUMENTO PUO' ESSERE COPIATO E DISTRIBUITO ALLE SEGUENTI CONDIZIONI: 1) IL TESTO DEVE ESSERE COPIATO INTEGRALMENTE E TUTTE LE PAGINE DEVONO ESSERE INCLUSE. 2) I PROGRAMMI SE PRESENTI, DEVONO ESSERE COPIATI SENZA MODIFICHE, 3) IL DOCUMENTO DEVE ESSERE DISTRIBUITO INTERAMENTE IN OGNI SUA PARTE. 4) IL DOCUMENTO NON PUO' ESSERE DISTRIBUITO A SCOPO DI LUCRO.
Condividi
Altre opzioni per il supporto
Forum del supporto di Microsoft Community
Contattaci direttamente
Ricerca di un partner certificato Microsoft
Microsoft Store